Covid: l’isolamento dei positivi in Italia scende da 7 a 5 giorni

La novità sulle regole di prevenzione del Covid: l’isolamento dei positivi in Italia scende da 7 a 5 giorni. Tutte le informazioni utili da conoscere.

Anche in Italia si riduce il periodo di isolamento per i positivi al coronavirus Sars-Cov-2. Per poter uscire di casa, tuttavia, sarà sempre necessario il tampone negativo.

covid isolamento positivi italia
Covid: l’isolamento dei positivi in Italia scende da 7 a 5 giorni (Adobe Stock)

Le nuove regole sono introdotte con una circolare del Ministero della Salute del 31 agosto sulla gestione dei casi e dei contatti stretti di Covid.

L’isolamento dei positivi passa dagli attuali 7 giorni ai 5 giorni, ma sempre con tampone negativo. Ecco, in dettaglio, tutto quello che bisogna sapere.

Anche in Giappone sono allentate le restrizioni sanitarie, con riduzione dell’isolamento per i positivi e soprattutto la riapertura ai turisti individuali, non più costretti a viaggiare in gruppo.

Covid: l’isolamento dei positivi in Italia scende da 7 a 5 giorni

Chi è stato contagiato dal virus Sars-Cov-2 e ha contratto la malattia Covid-19 può uscire prima dall’isolamento stabilito per legge, grazie alle nuove regole introdotte on circolare del Ministero della Salute e da tempo annunciate.

L’isolamento dei positivi al Coronavirus scende da 7 a 5 giorni, ma ad alcune condizioni. È necessario, infatti, che dopo il quinto giorno il tampone sia negativo.

Coloro che sono stati sempre asintomatici dovranno risultare negativi al test dopo il quinto giorno dal primo tampone positivo e non più dopo il settimo. Mentre ai sintomatici è richiesta l’assenza di sintomi da almeno 2 giorni, prima di fare il tampone dopo il quinto giorno di isolamento. Finora, invece, i sintomatici dovevano essere senza sintomi nei 3 giorni precedenti al tampone di uscita dall’isolamento.

La negatività al tampone, antigenico o molecolare, rimane la condizione imprescindibile per poter uscire dall’isolamento. Chi continua ad essere positivo al test per lungo tempo, tuttavia, potrà comunque uscire dall’isolamento al termine del 14° giorno, dal primo tampone positivo, a prescindere dal risultato del test. Finora era stato dopo il 21° giorno.

Per quanto riguarda, invece, i contatti stretti di casi positivi continuano ad applicarsi le regole della circolare del 30 marzo scorso. Questi soggetti non sono obbligati a stare in quarantena,  possono uscire di casa ma devono osservare l’autosorveglianza e devono indossare la mascherina Ffp2 al chiuso o in presenza di assembramenti fino al 10° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. In caso si sintomi devono sottoporsi a tampone, da ripetere al quinto giorno se negativo e i sintomi persistono.

Le nuove regole sull’isolamento

Che ne pensate di queste nuove norme che riducono l’isolamento per i positivi?

Sono sicuramente utili per chi diventa subito negativo, dopo pochi giorni dalla scoperta dell’infezione, perché consentono di uscire prima di casa, tornare al lavoro, muoversi e anche viaggiare.

covid isolamento positivi italia
Test negativo al Covid (Adobe Stock)