I 7 paesi della Val di Fassa che devi visitare assolutamente

Scopriamo quali sono i 7 paesini della Val di Fassa e perché devi assolutamente andarci

La Val di Fassa è l’aerea delle Dolomiti che si trova nella parte del Trentino nord orientale, quindi ai confini di Bolzano. Qui si trova il torrente Avisio che si genera dal ghiacciaio della Mermolada. Siamo di fronte ad una delle mete turistiche più belle e caratteristiche di tutto il panorama italiano. Tecnicamente è costituita da sei comuni, anche se tipicamente si parla di “7 paesini”, scopriamo perché e cosa li caratterizza.

Soraga
Soraga (Adobe Stock)

Molti amano queste zone ma non sanno l’impatto determinante che hanno per la cultura italiana nel mondo, per la biodiversità italiana e soprattutto per l’impatto naturale. Nelle aree circostanti si possono visitare alcuni dei gruppi montuosi più famosi al mondo, come la Marmolada.

I 7 paesini della Val di Fassa

I comuni che la compongono sono: Moena, Soraga di Fassa, San Giovanni di Fassa, Mazzin, Campitello di Fassa e Canazei. Quando si parla dei sette paesi però si fa riferimento a Moena per la sua biodiversità e per i prati, Soraga per l’Avisio e in generale per l’acqua, Pozza perché le Dolomiti sono Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, Vigo per la lingua ladina e per l’identità culturale, Mazzin per i boschi e per l’aria pura, Campitello per le persone del posto e la cultura del territorio, Canazei per la Marmolada. Se ami la montagna, scopri quali sono i borghi più belli da visitare d’estate.

Cosa vedere nella Val di Fassa

Ognuna di queste aree, che a volte è un comune e a volte è una frazione, corrisponde a un circolo completo che offre un panorama definito e spettacolare al visitatore. Tra le cose meritevoli di attenzione che dovete assolutamente provare ci sono le Torri del Vajolet, questa escursione è molto simpatica e non è molto pesante quindi va bene per tutti. Dal rifugio Gardeccia è possibile prendere anche la funivia, un’esperienza da fare per forza. Anche la Valle di San Nicolò è molto caratteristica, qui avrete modo di visitare le malghe e i rifugi che sono molto caratteristici non solo per il paesaggio ma anche per l’ottimo cibo tipico che è possibile gustare. Poi, niente di meglio che rilassarsi sui prati al sole e godersi una passeggiata nel trenino. Dalla funivia di Campitello parte un sentiero mozzafiato.

Da fare anche la visita alla cima del Piz Boè, si può partire a piedi oppure con la funivia. In alternativa è anche possibile visitare Vigo di Fassa che è il tipico borgo ladino, annoverato tra i più belli d’Italia (vedendolo, si capisce facilmente il perché, è da cartolina). Se avete voglia d’acqua e frescura, il lago di Antermoia di tipo ghiacciale è molto particolare e suggestivo (addirittura in alcuni periodi si trova un po’ di neve persino d’estate). Nella zona del Buffaure, non molto famosa dal punto di vista turistico, potete ammirare panorami mozzafiato e addirittura prendere parte alle passeggiate con gli alpaca.

Val di Fassa
Val di Fassa (Adobe Stock)

Tutte le aree sono super attrezzate, sia che voi vogliate pranzare sul prato che fare un pasto al ristorante, ci sono prelibatezze per tutti i gusti e tutte le tasche (doverosa una visita alle salumerie del posto che vi offrono taglieri diversificati con tutte le specialità). Alcune visite sono a pagamento, altre invece totalmente gratuite come il trekking.