Medusa Caravella Portoghese, la sua puntura può avere gravi conseguenze

Attenzione alla medusa Caravella Portoghese, la sua puntura può avere gravi conseguenze. Tutte le informazioni utili.

Tanto bella da vedere quanto pericolosa in caso di puntura. È la medusa chiamata Caravella Portoghese, che ha punto una donna in Sicilia mandandola in ospedale in gravi condizioni.

medusa caravella portoghese puntura
Medusa Caravella Portoghese, la sua puntura può avere gravi conseguenze (Adobe Stock)

La donna è stata punta dalla Caravella Portoghese nel mare di Aci Trezza, in provincia di Catania, nei pressi dell’Isola Ciclopi. A seguito della puntura, la donna è stata ricoverata in terapia intensiva al Policlinico San Marco di Catania con sintomi di cefalea, astenia, vomito, attacchi di panico, difficoltà respiratorie e un’importante aritmia cardiaca. Come riporta Il Corriere della Sera. Sintomi aggravati anche da patologie pregresse. La donna ora sta meglio ed è stata dimessa dall’ospedale.

Ma che cos’è la Caravella Portoghese? Perché è pericolosa e dove la troviamo nei nostri mari? Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Nel frattempo, vi ricordiamo anche l nostra guida alle meduse più pericolose (e non) del Mar Mediterraneo.

Medusa Caravella Portoghese, la sua puntura può avere gravi conseguenze

L’abbiamo chiamata “medusa” per via della suo aspetto, trasparente e dalla consistenza gelatinosa. In realtà, la Caravella Portoghese, nome scientifico Physalia physalis, è un un sifonoforo, un ordine di idrozoi, una classe di invertebrati marini appartenenti al phylum degli Cnidaria o celenterati.

La Caravella Portoghese è formata da una sacca galleggiante, chiamata “vela“, piena di gas che consente all’animale di galleggiare. La vela può essere lunga da 10 a 30 centimetri e alta fino a 15 centimetri, è trasparente e di colore azzurro, con sfumature dal rosa al viola sulla cresta. Sotto la sacca si allungano tentacoli che si nascondono sott’acqua e che possono arrivare fino a 50 metri di lunghezza, in media sono 10 metri.

I tentacoli della Caravella Portoghese sono velenosi e urticanti e il loro contatto nell’uomo provoca ferite dolorose, simili a frustate, e anche ustioni gravi. La tossina contenuta nei tentacoli può causare anche uno shock anafilattico, con conseguenze diverse, anche letali, a seconda degli individui. I più a rischio sono i bambini, gli anziani e i cardiopatici.

Dove si trova la Caravella Portoghese

L’habitat della Caravella Portoghese è prevalentemente l’oceano. Vive soprattutto al largo nelle zone subtropicali e tropicali degli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico. Si trova con maggior frequenza in Australia.

Sebbene sia rara è presente anche nel Mar Mediterraneo, soprattutto occidentale. Quest’anno la Caravella Portoghese è stata avvistata nelle acque della Sicilia, in particolare nello Stretto di Messina a Villa San Giovanni, in Sardegna e anche in Liguria presso Chiavari.

Cosa fare in caso di puntura

Se si viene punti dalla Caravella Portoghese, gli esperti consigliano di bagnare la pelle con acqua di mare o acqua calda (che invece non va usata in caso di puntura delle comuni meduse). Non usare rimedi fai da te come ammoniaca o alcol che aumentano l’irritazione.

In caso di problemi respiratori o alterazioni del battito cardiaco è consigliabile farsi visitare da un medico o andare al pronto soccorso.

medusa caravella portoghese puntura
Medusa Caravella Portoghese (Adobe Stock)