I 3 posti +1 più freschi di Roma dove andare quando fa caldissimo

Cosa fare a Roma con l’afa e temperature bollenti. Quali sono i 3 posti più freschi della Capitale dove andare

Il termometro a 40 gradi, l’afa e il sole che picchia. Roma in piena estate può diventare davvero impegnativa. Chi può scappa dalla canicola cittadina e si va a rifugiare lontano dalla città nei luoghi più freschi del Lazio. Sui monti per godere di un po’ di frescura o almeno al mare per avere un po’ di piacevole brezza o fare un tuffo in acqua. Ma chi rimane in città? Dove andare a Roma quando fa molto caldo?

Quando le temperature diventano davvero roventi ci sono dei posti di Roma che potranno rinfrescarvi un po’ e aiutarvi a sopportare meglio la calura dei giorni di fuoco dell’estate. Ecco i 3 posti più freschi di Roma. 

I 3 posti più freschi di Roma e uno imperdibile

Roma si trova a circa mezzora d’auto dal mare e riesce così in parte a godere delle correnti marine. Il famoso ponentino è la brezza estiva che spira sulle coste laziali e che riesce anche a raggiungere la Capitale.

Ma quando le temperature salgono oltre i 35 gradi e raggiungendo anche i 40 gradi, non c’è ponentino che tenga. Solo il condizionatore riesce a dare sollievo. Ma se non volete stare a casa o chiusi in un centro commerciale, ecco i 3 posti più freschi di Roma dove andare.

Il caldo vi regalerà anche l’occasione di fare una visita culturale. Già perché fra i posti più freschi di Roma ci sono dei monumenti. E poi il caldo è l’occasione per una pausa golosa. Insomma, le temperature roventi portano anche qualcosa di buono.

  • Chiese di Roma
  • Roma Sotterranea: Catacomabe e Basilica San Clemente
  • Il Parco di Monte Mario
  • Palazzo del freddo e grattachecca

Le chiese, i posti più freschi di Roma

Entrare in una chiesa vi farà bene. Non solo allo spirito, ma anche al corpo. Già perché le chiese di Roma hanno mura molto spesse il che renda la temperature interna molto più bassa di quella esterna.

Se stare girando dunque per il centro storico avete l’imbarazzo della scelta dove andare. Non perdete San Luigi dei Francesi con le opere del Caravaggio o Santa Maria Sopra Minerva. Andate anche all’Aventino per Santa Sabina o a Monti per Santa Prassede. Le grandi basiliche come San Pietro o San Giovanni in Laterano potrebbero essere meno fresche vista la grande affluenza di persone.

Roma sotterranea: anche 20 gradi in meno!

Se volete assicurarvi il fresco dovete andare sottoterra. Ovvero andate a visitare la Roma Sotterranea. Ci sono bellissimi monumenti da poter visitare. Come la Basilica di San Clemente che ha ben due piani sotto terra dove si possono vedere i resti perfettamente conservati della basilica paleocristiana e medioevale. E le temperature sono molto più basse.

Altro luogo ben lontano dal sole sono le catacombe. A Roma le Catacombe di San Callisto sono fra le più suggestive e meglio conservate. E sono un rifugio anti caldo eccezionale: le temperature scendono anche di 20 gradi rispetto all’esterno.

Il punto più alto e fresco di Roma

Roma è costruita su 7 colli e numerosi monti. E sul monte più alto di Roma dovete andare per scappare dalla calura. Si tratta di Monte Mario che con i suoi 139 metri di altitudine svetta sulla Capitale.

L’aria è meno afosa e la temperatura è di due/tre gradi più in bassa che al centro città. Inoltre c’è il Parco di Monte Mario dove potrete trovare un po’ di refrigerio sotto gli alberi, andare a visitare l’Osservatorio Astronomico (oggi diventato un museo) e godere di uno dei panorami più belli di Roma.

Rinfrescarsi con gelati e grattachecche

Quando fa caldo l’unica cosa che si può mangiare è qualcosa di fresco. A Roma il gelato è quasi un’istituzione e ci sono numerose gelaterie dove andare. La più famosa è il Palazzo del freddo – un nome che in piena estate suona paradisiaco.

Si tratta di una delle più antiche gelaterie d’Italia fondata da Giovanni Fassi nel 1880 dapprima in via Quattro Fontane poi in via Principe Eugenio 65 dove si trova tuttora. Qui in ben 700 metri quadri potrete assaggiare ovviamente il gelato, ma anche numerosi altri dolci molto freschi.

A Roma poi potrete mangiare le grattachecche. Si tratta di una sorta di granita preparata all’istante in uno dei tanti chioschi sparsi per la città Un bicchiere di ghiaccio tritato, sciroppi e frutta fresca. Una pausa rigenerante indispensabile durante le giornate più bollenti della Capitale.

Roma, trovare il fresco è possibile

Roma in estate è bellissima: poca gente, poco traffico e tutta la sua bellezza. Il caldo però può essere insopportabile. Andando nei posti più freschi di Roma riuscirete a fronteggiare anche la calura.

 

Previous articleIl luogo più fresco del Friuli Venezia Giulia per scappare dal caldo della città
Next articleLa scala verso il paradiso: sospesi nel nulla ad un’altezza da brividi
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.