Cosa cucinare il giorno di Pasqua: i piatti più buoni d’Italia

La Pasqua è sempre più vicina e non ci resta che organizzare il nostro menù: invece di riproporre i soliti piatti scoprite i menù più buoni d’Italia.

Arriva la Pasqua, la festività più amata nel Italia e anche all’estero e non c’è nulla di meglio che celebrarla con un piatto inedito preso da ricetti tradizionali regionali? Ecco i piatti più buoni da cucinare il giorno di Pasqua.

Cosa mangiare a Pasqua
Cosa cucinare a Pasqua: i piatti più buoni d’Italia. Credits A. Stock

Se abbiamo visto i dolci più buoni da fare a Pasqua, ora è il momento di scoprire i menù regionali più gustosi di tutto lo stivale.

Prepariamo i menù più buoni per Pasqua

La nostra nazione è ricca di ricette regionali Pasquali che non dovrebbero essere dimenticate ma tutt’altro: sperimentate, proposte e celebrate. Scopriamo i migliori piatti regionali per festeggiare il giorno di Pasqua.

  • Valle D’Aosta
  • Liguria
  • Friuli Venezia Giulia
  • Trentino Alto Adige
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Veneto
  • Toscana
  • Emilia Romagna
  • Marche
  • Umbria
  • Abruzzo
  • Lazio
  • Campania
  • Molise
  • Puglia
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Sardegna
  • Sicilia

Valle D’Aosta e l’antipasto perfetto per Pasqua

Chiamata la Crescia di Pasqua valdostana, questa ricetta di fatto è la torta tipica della Valle D’Aosta, fatta con una base di formaggi stagionati insieme a uova e olio. Usata come antipasto, è il modo migliore per iniziare il pranzo di Pasqua.

Liguria e le torte salate da 33 strati

Il piatto per eccellenza di questa regione è la torta salata, nella sua ricetta originale come da tradizione ci sono ben 33 strati di pasta da sovrapporre. Il numero 33 non è casuale, infatti richiama gli anni di Gesù, ad oggi se ne usano molti di meno. In più c’è anche la  prescinseua, un prodotto non proprio comune e che si trova difficilmente in altre zone, per comodità è stata sostituita dalla ricotta.

Friuli Venezia Giulia: la Pinza Triestina

Questa particolare pinza non è come altre, viene usata sia per i dolci che per accompagnare piatti salati, tendenzialmente è il piatto che da tradizione permette di rompere il digiuno del Venerdì Santo insieme ad una fetta di prosciutto. A prima occhiata sembra una brioche ma non ha un sapore dolce, bensì agrumato grazie alla scorza di limone e di arancia nell’impasto. Sulla superficie viene incisa una Y per simboleggiare il martirio di Cristo.

Trentino Alto Adige: gli asparagi veri protagonisti

Il periodo coincide con la raccolta degli asparagi bianchi di Zambana, nel Trentino Alto Adige, motivo per cui questo ingrediente diventa un vero e proprio protagonista della zona. Viene usato per fare il tortino di asparagi al prosciutto di Praga, oppure anche asparagi uova e speck.

Piemonte e il piatto freddo perfetto per un pic-nic

In Piemonte troviamo un piatto pasquale tipico, il Tonno di coniglio alla Piemontese, pietanza che viene tendenzialmente consumata fredda e che di conseguenza si presta bene al pranzo Pasquale ma anche al pic-nic di Pasquetta.

Lombardia e la Torta di Pasqua gustosa

La Torta salata di Pasqua è una ricetta classica della regione Lombardia, una sfoglia gustosa che viene riempita con del pollo fatto in padella, prosciutto, parmigiano, asparagi, sale pepe, timo e prezzemolo.

Veneto: un’insalata speciale

L’Insalata Pasqualina è un’insalata mista tipica del Veneto che viene preparata a Pasqua. Si preparano fiori di primula, i cipollotti novelli, del formaggio spalmabile, uova sode, panna fresca, erbe aromatiche e olio extravergine di oliva. Un gusto davvero unico da provare.

Toscana e un dolce con una preparazione particolare

Spostandoci in Toscana invece troviamo la Schiacciata di Pasqua, è un dolce molto caratteristico che viene usato per Pasqua, la particolarità di questa ricetta sta senza dubbio nella sua lavorazione, questa è intensa e totalmente manuale. Il suo impasto infatti prevede una lunga lievitazione e fermentazione naturale.

Emilia Romagna: un classico della tradizione

L’Emilia Romagna famosa per le sue lasagne a Pasqua si dedica alle Lasagne verdi alla bolognese. Un primo piatto inarrivabile di tutta la tradizione culinaria Emiliana. Con un’attenzione particolare alla sfoglia fino alla preparazione del ragù alla bolognese è un grande classico.

Marche e la Pizza di formaggio

La Pizza di formaggio nelle Marche è un must di questo periodo. Ha una forma molto simile a quella del panettone ed è perfetta per fare d’accompagno agli affettati. La tradizione prevedeva che nell’impasto ci fossero 40 uova di base, numero che simboleggia i giorni della Quaresima, da questo impasto nascevano quasi una decina di pizze che venivano usate anche per le gite di pasquetta. Ad oggi le cose sono cambiate e la ricetta è decisamente più contenuta.

Umbria e la sua Pizza di Pasqua saporita

Il piatto tipico dell’Umbria in questo periodo è la Pizza di Pasqua, con una consistenza simile a quella di un dolce ma di sapore deciso grazie alla presenza di formaggi stagionati, come parmigiano e pecorino, e formaggi filanti a cubetti, inoltre aggiungendo pepe, olio extravergine d’oliva e uova.

Abruzzo e una ricetta perfetta per le gite di Pasquetta

In Abruzzo invece abbiamo i classici Fiadoni abruzzesi, ovvero un ibrido tra dei ravioli e i panzerotti. Sono fatti con la pasta fresca e vengono serviti sia caldi che freddi per iniziare il pasto ma anche come aperitivo o una ricetta perfetta da portare in giro per il tradizionale gita fuori di porta di Pasquetta.

Cosa mangiare a Pasqua
Cosa cucinare a Pasqua: i piatti più buoni d’Italia. Credits A. Stock

Lazio: i carciofi regnano nelle tavole

La Pasqua nel Lazio richiama i carciofi, che siano stufati, fritti, sott’olio, alla giudia e anche dentro una frittata, l’importante è che ci siano. La tradizione dice che devono essere preparati in padella insieme la coratella.

Campania e una torta rustica ricchissima

Un piatto che non può mancare nelle tavole napoletane è il Casatiello salato: ovvero una torta salata ricca di prelibatezze, la particolarità è la presenza delle uova sode messe a raggiera. Al suo interno è ricca di salumi tagliati a dadini e formaggio. Secondo la ricetta tradizionale il ripieno non deve essere mischiato all’impasto, ma inserito alla fine .

Molise: una ricetta leggera e sfiziosa

Dopo tutti questi piatti ricchi forse ci vuole qualcosa di più leggero: il Molise in tal senso offre una ricetta l’insalata buona Pasqua, un piatto composto con fagiolini, uova sode, pomodori e frutta.

Puglia e il brodetto che sorprende

Il brodetto di Pasqua composto da uova e piselli è una certezza nelle tavole pugliesi in questo periodo. La preparazione è speciale: viene usato olio e vino pugliese per condire piselli e cipolle che saranno indispensabili per insaporire il brodo che verrà usato per cuocere l’agnello dove verrà aggiunto il pecorino e le uova.

Basilicata e i suoi Pasticci di Pasqua

In Basilicata si celebra questo giorno con un bel Pasticcio di Pasqua, anche qui ritorna la torta salata che viene farcita con uova sode, salame, ricotta e toma, una pasta friabile. Questa ricetta viene da una città precisa, ovvero Pietrapertosa, in provincia di Potenza.

Calabria: un primo piatto di fuoco

In Calabria il primo piatto della tradizione ha bisogno di pochi ingredienti ma di altissima qualità. Per questo primo abbiamo bisogno di fusilli freschi, passata di pomodoro, nduja, cipolla e olio extravergine d’oliva: un vero primo di fuoco.

Sardegna e un cestino di pane ripieno

In Sardegna abbiamo la panada è un cestino di pane nel quale all’interno vengono messi alcuni ingredienti, la cottura avviene come se questo cestino fosse una pentola. A seconda delle zone esistono varie interpretazioni, ma a Pasqua si fa quella con con agnello e carciofi.

Sicilia e un tegame indimenticabile

In Sicilia troviamo il Taganu d’Aragona, una ricetta molto ricca che prevede una base di pasta, il metodo di cottura riprende il nome di questo piatto e del particolare tegame usato. Gli ingredienti usati prevalentemente carne e formaggi. È una ricetta così amata che vanta anche una sagra dedicata.

Di ricette incredibili la nostra tradizione culinaria è ricca: piatti regionali che dovremmo provare, in particolare nel periodo di Pasqua. Una celebrazione di questa festività e anche delle prelibatezze culinarie del territorio.