Guida di Bohol: alla scoperta dell’isola delle colline di cioccolato

La guida di Bohol: alla scoperta dell’isola delle colline di cioccolato. Tutte le informazioni utili.

guida bohol colline cioccolato
Guida di Bohol: alla scoperta dell’isola delle colline di cioccolato (Adobe Stock)

Nello sconfinato arcipelago delle Filippine c’è un’isola che assomiglia a un luogo fantastico, che sembra uscito da una favola. Stiamo parlando di Bohol, situata nella regione di Visayas Centrale, a nord della più grande isola di Mindanao.

Il vasto arcipelago delle Filippine è ricco di stupefacenti sorprese, con tanti luoghi tutti da scoprire. Da alcuni anni il turismo è cresciuto, così come le occasioni di visitare luoghi finora poco conosciuti.

Leggi anche –> Le Filippine riaprono ai viaggiatori vaccinati: le novità

Guida di Bohol: alla scoperta dell’isola delle colline di cioccolato

Tra i luoghi da visitare nelle Filippine c’è l’isola di Bohol, situata nell’omonima provincia, il cui capoluogo è la città di Tagbilaran. Sull’isola i visitatori sono accolti da un paesaggio suggestivo e lussureggiante, tipico di un ambiente tropicale. La natura incontaminata e la cordialità dei suoi residenti, fanno di Bohol un luogo imperdibile per tutti coloro che volessero visitare il Sud-est asiatico, uscendo dalle rotte più conosciute.

Colonizzata dalla Spagna alla fine del Cinquecento, l’isola conserva molte influenze spagnole nelle tradizioni locali, dalla musica, ai balli popolari fino alla cucina. All’epoca della guerra ispano-americana del 1898 Bohol è stata occupata dagli Stati Uniti, che nel 1917 l’hanno istituita provincia separata. Durante la Seconda guerra mondiale è stata occupata dai giapponesi e poi liberata verso la fine del conflitto. Cessata l’occupazione americana, Bohol è diventata a tutti gli effetti parte della Repubblica delle Filippine.

La bellezza dell’isola è dovuta a un paesaggio molto particolare, che già nei nomi dei luoghi incuriosisce e risveglia negli adulti ricordi di sogni e fantasie di bambini. Stiamo parlando delle celebri Colline di cioccolato, le Chocolate Hills, un’ampia formazione geologica che si estende per circa 50km quadrati e comprende almeno 1.260 colline tondeggianti ricoperte d’erba, che durante la stagione secca diventa di colore marrone, da qui il nome Colline di cioccolato.

Quando non assumono la colorazione tipica del cioccolato, le colline possono assomigliare a tanti dolci di marzapane che si stagliano su un paesaggio a perdita d’occhio. Uno scenario davvero molto curioso e allo stesso tempo suggestivo. Le Colline di cioccolato sono comprese nel territorio delle città di Carmen, Batuan e Sagbayan.

Tarsier di Bohol, Filippine (Foto di mtoz. CC BY-SA 2.0, Wikicommons)
Tarsier di Bohol, Filippine (Foto di mtoz. CC BY-SA 2.0, Wikicommons)

Un’altra caratteristica di Bohol è rappresentata anche dalla fauna presente sull’isola. Tra tutti gli animali da ammirare uno merita particolare menzione, è il Tarsier, il Tarsio delle Fillippine. Si tratta di un curioso animaletto notturno dalla lunga coda e dagli occhi grandi che si può osservare nelle riserve naturali del Loboc Tarsier Sanctuary e del Philippine Tarsier Sanctuary, nel villaggio di Corella, con visite guidate.

L’isola di Bohol, infine, non è solo colline, foreste tropicali e vegetazione rigogliosa, sulla costa si trovano stupende spiagge di sabbia bianca e acque cristalline, dove sdraiarsi al sole e fare immersioni in mare. Insomma, è un luogo da favola in tutti i sensi, dove bisogna assolutamente andare in vacanza.

Per tutte le informazioni turistiche sull’isola di Bohol rimandiamo a questa pagina: www.bohol.ph 

Leggi anche –> Guida del Sasso Simone, il massiccio che nasconde un’antica fortezza

Colline di cioccolato a Bohol, Filippine (Di P199. CC BY-SA 3.0,Wikipedia)
Colline di cioccolato a Bohol, Filippine (Di P199. CC BY-SA 3.0,Wikipedia)

Di Valeria Bellagamba