Amelia è il borgo più antico d’Italia, ma anche il luogo perfetto per rilassarsi

L’Italia può vantare moltissimi paesi storici meravigliosi, ma il borgo più antico d’Italia è solo uno e si chiama Amelia

borgo antico italia
Una via di Amelia il borgo più antico d’Italia

Se l’Italia è letteralmente costellata da borghi incantevoli di ogni tipo, scoprire il più antico di tutta la nazione è un’esperienza davvero unica. Unico come il pezzo di storia che rappresenta questo piccolo borgo di nome Amelia.

Siamo il Paese dei borghi storici ed è facile perdersi qualche nome, e per quanto riguarda il borgo di Amelia è un vero peccato non conoscerlo, conserva con sé una parte storica che dire preziosa è troppo poco, ma c’è anche tanto altro da scoprire.

Leggi anche -> Umbria in primavera: i 5 luoghi mozzafiato da non perdere <<

Il borgo più antico di tutta l’Italia si chiama Amelia

Amelia non vanta solamente la nomina di essere il borgo più antico d’Italia ma è anche la destinazione ideale per una vacanza all’insegna nel verde e anche della buona cucina.

È un borgo che si trova immerso nella natura, proprio tra le colline della regione Umbria, e molto vicino alla zona di confine con la regione Lazio. Ci offre un buonissimo pretesto per staccare con la monotonia della vita cittadina e disintossicarci dal ritmo incalzante della quotidianità fatta di impegni, lavoro e casa. Questo paese a tal proposito grazie all’ampia offerta di agriturismi e bed and breakfast quasi immersi nell’ambiente naturale, sembra fare proprio al caso nostro.

La storia di Amelia

In origine Amelia si chiamava Ameria e secondo il mito, è un paese che venne fondato da Re Ameroe diventando uno dei primissimi centri della nazione. Questo fatto lo testimonia una piccola porzione di mura che viene dall’era megalitica, dimostrando che questa città fu fondata circa nel III secolo a.C. La parte del centro storico è caratterizzata da una cinta muraria che risale all’epoca romana con una porta romana che segna l’ingresso.

Le attrazioni del borgo più antico d’Italia

Amelia non è caratterizzata unicamente dai resti romani di pregio e antichissimi. Anche il periodo rinascimentale ha lasciato la sua impronta, la si può leggere nel Palazzo Farrattini. Basti pensare che questo palazzo venne eretto come studio preparatorio del celebre Palazzo Farnese di Roma. Ma c’è anche la chiesa di Sant’Agostino del 1200, la cisterna romana nei sotterranei del I secolo e la strada romana. Percorrere questa strada sembra proprio portarci in un’altra epoca.

Ed è proprio questa la forza di Amalia, sembra un borgo fuori tempo, che non sente gli anni che passano e i tempi moderni neanche la sfiorano. Questo è il motivo principale per cui è una destinazione che dovrebbe essere considerata, oltre per la sua storia e nomina ma soprattutto perché qui non c’è solo un’atmosfera antica. Ci sono tutte le tracce che ci riportano in un altro tempo.

Amelia, borgo Antico e sapori tradizionali

Ma non dimentichiamo di essere anche pragmatici. Se il nostro paese è un vanto per i piccoli borghi, la storia e l’arte, siamo anche i rappresentanti della buona tavola. A tal proposito Amelia continua a darci soddisfazioni, infatti siamo in Umbria e qui possiamo approfittarne per quanto riguarda i tartufi neri pregiati e le lenticchie di Castelluccio. Mentre per il vino, segnaliamo l’Amelia DOC che ha sia vini bianchi che rossi.

Amelia è un borgo di un’incredibile storia che si può leggere già dal primo passo in questo meraviglioso paese. Non è solo il borgo più antico d’Italia, ma è anche un luogo dove ritrovare il ciclo naturale che con la vita moderna abbiamo perduto. Tornerete a casa rigenerati e arricchiti dall’esperienza fatta.