Voli di continuità territoriale con la Sardegna a rischio per l’estate

La brutta notizia: i voli di continuità territoriale con la Sardegna a rischio per l’estate. Tutte le informazioni.

voli continuità territoriale sardegna
Voli di continuità territoriale con la Sardegna a rischio per l’estate (Aeroporto di Olbia. Adobe Stock)

In vista della stagione estiva, la Sardegna rischia di restare senza voli di continuità territoriale. Sono i voli a tariffe agevolate per chi vive nella Regione, che collegano la Sardegna al resto d’Italia.

Il bando per la stagione invernale, dal 15 ottobre al 14 maggio, se lo era aggiudicato la low cost spagnola Volotea. Deve ancora uscire il bando per la stagione estiva, che parte dal 15 maggio. Un ritardo che sta causando non pochi disagi ai sardi.

Voli di continuità territoriale con la Sardegna a rischio per l’estate

Niente voli in continuità territoriale tra la Sardegna e il resto d’Italia. Il bando per la stagione estiva non è stato ancora pubblicato dalla Regione e la concessione invernale della compagnia aerea Volotea scadrà il 14 maggio. In questo periodo, solitamente, cominciano le prenotazioni per i voli estivi ma ai sardi non è ancora possibile fare programmi per l’estate se non acquistando i biglietti aerei per gli altri voli, non di continuità territoriale, a prezzi decisamente più elevati, soprattutto in vista dell’alta stagione.

Al momento, dunque, non si possono prenotare voli in continuità territoriale dal 15 maggio al 30 settembre. Un danno che non riguarda solo i sardi ma anche i turisti. Perché senza continuità territoriale, con voli a prezzi calmierati, e a fronte di una domanda elevata, ci saranno probabili impennate dei prezzi per i voli delle altre compagnie aeree.

Un ritardo che è solo della Regione, perché “il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha già firmato i decreti che consentono di avviare le procedure per l’assegnazione dei servizi di linea sulle rotte che collegano Alghero, Cagliari e Olbia con Roma (aeroporto di Fiumicino) e Milano (aeroporto di Linate) e sulle rotte Alghero-Bologna, Cagliari-Bologna e Cagliari Torino a partire dal 15 maggio 2022″, come ha spiegato all’Unione Sarda la deputata del Movimento 5 Stelle Paola Deiana.

Il rischio è che si arrivi troppo tardi nella pubblicazione del bando e nell’assegnazione della concessione di continuità territoriale, con danno per i sardi ma anche per tutta la Regione.

Leggi anche –> Green pass sui traghetti per le isole: cambia tutto

voli continuità territoriale sardegna
Aeroporto di Cagliari-Elmas (lucamascaro, Flickr, CC BY-SA 2.0, Wikicommons)