Green Pass in Francia fino a luglio 2022

La Francia decide per l’estensione del Green Pass fino a luglio 2022. Dove serve il certificato per visitare la Francia

green pass francia
Il Green Pass in Francia fino a luglio 2022: come funziona per i turisti

Per andare in Francia – come nel resto d’Europa – dovete avere il Green Pass. Non solo il certificato vi servirà in tutta la Francia anche per accedere a bar o a teatri. E questo fino a luglio 2022. Con buona pace – si fa per dire – dei no green pass.

Le manifestazioni contro il certificato verde animano anche la Francia e dopo la decisione della Camera si annunciano proteste di piazza. In realtà si tratta di una minoranza della popolazione: la stragrande maggioranza accetta il green pass. Così la decisione finale al Senato il 28 ottobre sembra certa: il Green Pass resterà – magari in una forma diversa – fino alla prossima estate.

Come funziona il Green Pass in Francia

Per poter andare in Francia è necessario presentare il certificato digitale Covid che attesti l’avvenuta vaccinazione (valida 7 giorni dopo la seconda dose di Pfizer o Moderna, 4 settimane dopo Janssen); la guarigione (più di 12 giorni e non più di 180 giorni); o l’esito negativo di un tampone (PCR o antigenico non oltre le 72 ore e solo per gli over 12). Inoltre tutti per entrare in Francia devono compilare un questionario online.

Il Certificato Verde non serve solo per entrare nel Paese, ma anche per poter entrare nei musei, andare in un ristorante o in un bar.

Il Pass Sanitaire come è chiamato in Francia è stato introdotto quest’estate ed necessario esibirlo per accedere a luoghi di svago e cultura, ma anche per viaggiare su treni, aerei e pullman a lunga percorrenza.

Chi va in vacanza in Francia dunque e ha più di 12 anni deve mostrare il Green Pass – il certificato rilasciato nel nostro Paese è valido in tutta l’Unione – per poter andare nei seguenti luoghi:

  • bar, per tutti i tipi di consumazione anche all’esterno
  • ristoranti, necessario anche per i tavoli all’aperto
  • centri commerciali di grandi dimensioni
  • piscine e palestre
  • zoo
  • parchi di divertimento
  • biblioteche
  • discoteche
  • musei
  • cinema
  • teatri
  • mostre
  • grandi eventi
  • treni a lunga percorrenza
  • aerei nazionali
  • bus interregionali
  • studi medici
  • luoghi di cura e ospedali, esclusi i servizi di cura

La mascherina è obbligatorio indossarla in tutti gli spazi al chiuso o negli spazi all’aperto dove non è possibile mantenere la distanza di sicurezza.

Se andate in vacanza in Francia e non siete vaccinati dovreste dunque sottoporvi ogni 48 ore al tampone, a pagamento, per poter avere il via libera ad entrare nei musei o per andare a mangiare fuori. Inoltre anche per i prossimi eventi natalizi come i mercatini di Natale sarà necessario il Green Pass.

green pass francia
Green Pass in Francia serve per andare nei musei, ristoranti e centri commerciali

La decisione, se confermata dal Senato, di prolungare lo strumento del Green Pass fino a luglio 2022 – con eventuali ridimensionamenti in base all’andamento epidemiologico – varrà dunque anche per tutti i turisti.

 

 

 

Previous articlePer viaggiare basterà il Green Pass: gli ultimi rumors dall’Unione Europea
Next articleLa ruota panoramica più alta del mondo misura 250 metri ed è finalmente aperta al pubblico
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.