L’Australia riapre le frontiere dopo un anno e mezzo

L’Australia riapre le frontiere dopo un anno e mezzo. Tutte le ultime novità.

australia riapre frontiere
L’Australia riapre le frontiere dopo un anno e mezzo (Foto di Horst Müller da Pixabay)

Finisce l’isolamento da pandemia per l’Australia. Il Paese riapre le porte dopo ben 18 mesi di isolamento internazionale e rigidi lockdown anti-Covid. Lo ha comunicato il governo australiano, informando che l’apertura delle frontiere è prevista per il prossimo mese, a novembre dunque.

Il tanto atteso annuncio è arrivato direttamente dal Primo ministro australiano Scott Morrison. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Leggi anche –> Via libera ai corridoi turistici: si torna a viaggiare alle Maldive e a Sharm El Sheikh

L’Australia riapre le frontiere dopo un anno e mezzo

Via libera alla riapertura delle frontiere in Australia, dopo la chiusura da marzo 2020, nel momento in cui è esplosa la pandemia di Covid-19.

Una prima apertura sarà il prossimo novembre, quando finalmente gli australiani potranno viaggiare all’estero liberamente, senza bisogno di autorizzazione, e soprattutto i cittadini australiani che si trovavano all’estero potranno rientrare nel Paese. Finora infatti, gli australiani residenti all’estero per motivi di studio o lavoro non potevano tornare in patria, salvo che per motivi di necessità e di urgenza. Una limitazione molto pesante.

Da novembre, invece, gli australiani all’estero purché vaccinati potranno rientrare nel loro Paese. Così come potranno viaggiare all’estero. Il Primo Ministro ha spiegato che la riapertura delle frontiere sarà possibile una volta raggiunto l’obiettivo della vaccinazione della popolazione all’80%. Obiettivo che dovrebbe essere raggiunto nelle prossime settimane

Leggi anche –> Viaggi in Regno Unito: i vaccinati entrano senza tampone, anche dall’Italia

Le modalità di riapertura

Dalle notizie emerge che la riapertura delle frontiere al momento dovrebbe riguardare solo gli australiani, per rientrare nel Paese e viaggiare verso l’estero, e anche gli stranieri residenti in Australia a cui finora è stato impedito di tornare nel loro Paese, salvo casi eccezionali, rimanendo bloccati. Queste rigidissime misure anti-Covid hanno tenuto separate le famiglie in continenti diversi. Dal prossimo mese finalmente potranno riabbracciarsi.

Da quanto si apprende, la riapertura delle frontiere sarà dunque limitata a questi casi: australiani che viaggiano all’estero o che rientrano in patria e stranieri che possono lasciare l’Australia. Dunque è ancora presto per l’apertura ai turisti stranieri, anche vaccinati.

Anche perché il governo fa sapere che gli australiani che hanno viaggiato all’estero al ritorno potranno stare in quarantena a casa per 7 giorni, evitando la quarantena in Covid hotel di 14 finora obbligatoria per chiunque avesse viaggiato all’estero, nei casi in cui era stato autorizzato.

Insomma, siamo ancora molto lontani dalle riaperture ai viaggi attuate in Europa e dal prossimo novembre anche negli Stati Uniti.

Leggi anche –> Gli USA riaprono ai turisti europei e italiani, ma solo vaccinati

Uluru o Ayers Rock, Australia (Simon Bradfield, iStock)