Rotta dei due mari: il cammino in Puglia da costa a costa

La Rotta dei due Mari collega Polignano a Mare a Taranto in un percorso lungo 132 km da percorrere lentamente godendosi ogni cosa

polignano tappa del cammino dei due mari
La Rotta dei Due Mari va da Polignano a Taranto: cosa vedere, le tappe e dove dormire

Puglia: terra di sapori, colori, storia e tradizioni. Ma come viverla a pieno? Grazie alla Rotta dei due mari è possibile. Questo cammino che unisce il Mar Adriatico e lo Ionio, da percorrere a piedi oppure in bicicletta, permette di godersi alla perfezione tutto ciò che la Puglia ha da offrire.

Un cammino agevole e non troppo impegnativo adatto anche per i meno allenati, che permetterà passando da un mare all’altro di conoscere questa regione. Ecco dunque le tappe del percorso, dove dormire e cosa vedere nella Rotta fra i due mari.

Leggi anche -> I cammini vista sul mare più belli d’Italia <<

Il cammino da un mare all’altro: il percorso

La Rotta dei due Mari è un percorso lento. Va assaporato, vissuto e goduto. Si snoda per 132 km, prevede tappe circa ogni 20 e si ipotizza di coprirlo tutto in 6 giorni. Ma ovviamente si possono allungare i tempi e le soste, fermandosi più giorni in ogni tappa. Anzi consigliamo di farlo diventare un viaggio itinerante assaporandolo in ogni momento.

È stato ideato proprio affinché i viandanti potessero conoscere la Puglia e le sue tante bellezze non solo tramite le zone più turistiche e fermandosi alla superficie, ma attraversandola, letteralmente e metaforicamente. Un modo per entrare in contatto con chi questa terra la abita, scoprendone le zone rurali, senza perdersi nulla.

Le tappe della Rotta dei due Mari

mappa cammino rotta dei due mari
Rotta dei Due Mari: il percorso e le tappe del cammino

La partenza è prevista da Polignano a Mare, incantevole borgo sul Mar Adriatico a picco sul mare, famoso per le sue case bianche e per il ristorante nella grotta. E’ anche il luogo che ha dato i natali al cantautore Domenico Modugno.

  1. Polignano a Mare – Castellana Grotte 19 km
  2. Castellana Grotte – Alberobello 21 km
  3. Alberobello – Locorotondo 20 km
  4. Locorotondo – Martina Franca 15 km
  5. Martina Franca – Crispiano 27 km
  6. Crispiano – Taranto 24 km
cammino puglia
Polignano a mare: si parte da qui per la Rotta dei Due Mari

La prima tappa parte dunque da Polignano a Mare dalla piazza con la statua di Domenico Modugno. Seguendo la segnaletica si prosegue per 19 km tra muretti a secco e masserie fino a Castellana Grotte, la prima meta. Qui si trovano le grotte carsiche, la nota Grotta bianca e alcuni santuari rilevanti, come la chiesa della Madonna della grotta.

percorso due mari
I caratteristici Trulli di Alberobello, tappa del cammino

Si procede per 21 km fino ad Alberobello, Patrimonio dell’Unesco. Ad Alberobello si possono ammirare ben più di mille trulli, le costruzioni in pietra a secco tipiche della Puglia centro-meridionale.  Uno spettacolo da ammirare concedendosi una lunga pausa.

Altri 20 km di cammino e si arriva a Locorotondo, così chiamato perché sviluppato circolarmente. Lungo la strada è possibile ammirare un tratto di acquedotto pugliese e Contrada Correggia.

cammino due mari
Martina Franca, una delle tappe del cammino della Rotta dei Due Mari

Siamo a metà strada: la tappa successiva è Martina Franca. Siamo in piena Val d’Itria, fra uliveti secolari dove spicca questo gioiello barocco a 400 metri sul livello del mare. Un giro nel centro storico per ammirare palazzi e chiese.

La quinta tappa è piuttosto impegnativa: 27 km per raggiungere Crispiano. Per arrivarci si attraversa la Riserva Naturale Regionale Orientata del bosco delle Pianelle. Qui si trovano anche delle affascinanti grotte, come le Grotte Vallonee o la Grotta della Stinge. Questo paese vi affascinerà per le sue profonde tradizioni.

L’ ultimo sforzo: altri 25 km e si arriva a Taranto, la sesta e ultima tappa. Una tappa impegnativa, ma che ripaga dello sforzo. Quando vedrete il mare all’orizzonte l’emozione sarà enorme. La città dei due mari, così chiamata per i due specchi d’acqua racchiusi nella sua baia, è estremamente affascinante. Il castello Aragonese, il Tempio di Poseidone, le spiagge. Prendetevi tempo e godetevi il vostro arrivo e questa città.

cammino due mari
Taranto città di arrivo della Rotta dei Due Mari

Segnaletica, gastronomia e dove dormire lungo il cammino

Seguendo il percorso indicato con la doppia linea azzurra e rossa, con le frecce a forma di onde, con i cartelli appositi o con gli adesivi, orientarsi lungo la Rotta dei Due Mari sarà facilissimo. Non dovrete dunque dunque tenere sottomano il navigatore tutto il tempo, vi basterà seguire la segnaletica: chiara e frequente. Avrete l’occasione così unica di assaporare con i cinque sensi tutte le cose meravigliose che la Puglia vi offrirà.

Il cammino vuole portarvi anche a sedere nelle tavole di osterie e masserie della zona. Non dovete dunque rinunciare ad assaggiare i prodotti tipici: abbondate pure senza sensi di colpa! Lungo il cammino dovete assaggiare assolutamente l’olio d’oliva prodotto in Puglia, i lampascioni (piccole cipolle leggermente amarognole), i taralli, gli svariati tipi di pasta e, ovviamente, i vini.

Per dormire lungo il percorso non avrete difficoltà a trovare alloggi anche a buon mercato. Le tappe sono infatti paesi o città con numerose strutture ricettive. In Estate è opportuno però prenotare onde evitare di dover girare in cerca di un posto proprio quando si è più stanchi.

L’associazione Icaminantes ha creato una sorta di credenziale della Rotta dei Due Mari, il  passaporto del Coaster. Viene inviata a casa al costo di 6.50 euro e contiene info utili, indirizzi e qualche struttura ricettiva che ospita i viandanti a basso prezzo.

rotta dei due mari
Il cammino si snoda fra uliveti e muretti a secco

La Rotta dei due mari è un cammino che vi porterà non solo più a contatto con voi stessi, ma anche a contatto con la storia, le tradizioni e la bellezza della Puglia. L’occasione perfetta per una vacanza diversa in un posto straordinario.