Mykonos, allarme covid: coprifuoco e musica vietata nei locali

Aumentano i contagi nell’isola e scattano le misure restrittive. Coprifuoco a Mykonos, musica vietata in tutta l’isola

mykonos grecia coprifuoco
Mykonos, scatta il coprifuoco per l’aumento dei contagi da Covid

L’isola del divertimento, la più famosa al mondo per la sua movida sfrenata, l’Ibiza della Grecia, ovvero Mykonos, spegne la musica. L’impennata di contagi da Covid ha fatto infatti scattare l’allarme nell’isola delle Cicladi costretta così al coprifuoco e a limitare il più possibile la vita notturna. Niente musica e locali chiusi all’1 una di notte almeno per una settimana. Sperando che ciò basti.

Grecia, coprifuoco a Mykonos: cosa succede sull’isola

Mykonos è una delle isole più frequentate di tutta la Grecia, nonostante i prezzi non sempre abbordabili, la sua vita notturna e i suoi locali attirano giovani – e meno giovani – da ogni parte d’Europa.

E proprio il grande afflusso di ragazzi, la fascia di popolazione meno vaccinata, unita a una vita sociale senza distanziamento alcuna ha creato diversi focolai che hanno costretto le autorità a a prendere misure drastiche.

Nell’ultima settimana i positivi a Mykonos sono quadruplicati diventando 300 al 15 luglio. Un numero che spaventa e che ha spino le autorità ad intervenire. Così è scattato il coprifuoco su tutta l’isola dall’1 alle 6 del mattino e il divieto per bar, ristoranti e locali di suonare musica.

Se si provano ad arginare le misure imposte organizzando party privati con più di 20 persone si incorre in una sanzione di ben 200 mila euro. Una cifra così alta che dovrebbe togliere ogni velleità di far festa con tante persone.

Anche perché le misure prese dovrebbero durare fino al 26 luglio, dunque appena una settimana. Ci si augura infatti che siano sufficienti a riportare la situazione sotto controllo. Contestualmente dovrebbe entrare in vigore anche il Green Pass in tutta la Grecia: in tutti i luoghi al chiuso sarà necessario esibire il certificato vaccinale o il tampone negativo.

Nel frattempo però finiscono sotto la lente dell’attenzione anche le isole di Paros, Ios (dove un gruppo di ragazzi italiani è bloccato in quarantena), Santorini e Creta. L’estate in Grecia non sarà a tutto volume quest’anno.

 

Previous articleMaltempo in Germania: 156 morti, continuano le piogge intense
Next articleA Venezia la ciclabile sull’acqua più lunga e spettacolare d’Europa
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.