Raffaella Carrà, le tappe del corteo funebre: percorso e luoghi simbolo

Il corteo funebre partirà da casa di Raffaella Carrà, toccherà i luoghi simbolo della RAI a Roma e arriverà in Campidoglio. Orari, percorso e quali sono i luoghi simbolo

corteo funebre raffaella carrà
Il corteo funebre di Raffaella Carrà partirà mercoledì 7 luglio alle ore 16.00. Il percorso e le tappe

L’ultimo viaggio di Raffaella Carrà sarà accompagnato dall’affetto sincero di tutto il suo pubblico che la scorterà con gli applausi fino al Campidoglio. I funerali della grande artista scomparsa ieri 5 luglio all’età di 78 in seguito ad un cancro si terranno venerdì 9 luglio nella chiesa dell’Aracoeli. La camera ardente sarà aperta da domani mercoledì 7 luglio. Prima il corteo funebre che farà tappa nei luoghi simbolo della RAI e della storia della tv

Leggi anche -> Raffaella Carrà dove era nata e dove viveva: i suoi luoghi più importanti <<

Il percorso del corteo funebre per Raffaella Carrà: orari e mappa

Il corteo funebre si svolgerà mercoledì 7 luglio dalle ore 16.00 quando il carro funebre partirà dalla casa di Raffaella Carrà. Il percorso durerà circa un’ora e toccherà alcuni luoghi simbolo della storia dell’artista e della nostra storia.

Il luogo di partenza del corteo funebre è la casa di Raffaella Carrà in via Nemea 21 nel quartiere di Vigna Stelluti, dietro piazza dei Giochi Delfici. Qui fuori dal grande comprensorio dove vivono anche Sergio Japino e dove viveva anche Gianni Boncompagni è attesa molta gente: persone del quartiere che conoscevano Raffaella e che con le lacrime agli occhi ricordano quella signora sempre sorridente e garbata.

Poi il percorso si snoda nei luoghi simbolo della RAI per arrivare in piazza del Campidoglio. Nella promoteca sarà allestita infatti la camera ardente.

Mercoledì 7 luglio

  • ore 16.00 via Nimea, 21
  • Auditorium Rai Foro Italico, Largo De Bosis
  • RAI, via Teulada 66
  • Teatro della Vittorie, via Col di Lana 20
  • RAI, viale Mazzini 14
  • Campidoglio
corteo funebre raffaella carrà
Il percorso del corteo funebre di Raffaella Carrà: i luoghi simbolo della RAI

I luoghi della RAI dove farà tappa il corteo funebre

Il corteo funebre per Raffaella Carrà toccherà i luoghi simbolo della RAI, quei teatri dove la Raffa Nazionale è andata centinaia di volte, dove ha registrato programmi che hanno fatto la storia della tv e del costume italiano, e arriverà nel cuore di Roma, nel luogo più importante della città, il Campidoglio.

corteo-funebre-raffaella-carrà
Il teatro della Vittorie a Roma, teatro di molti programmi storici della RAI @Wikicommons
  • Auditorium RAI del Foro Italico, Largo De Bosis
    Si trova nella struttura del Foro Italico, poco dopo Ponte Milvio e a due passi dallo stadio Olimpico. In questa struttura è stato trasmesso Carramba! Che Sorpresa a partire dal 1995. Attualmente ospita Ballando con le Stelle e proprio Milly Carlucci ha lanciato l’idea di intitolare questo spazio a Raffaella Carrà.
  • RAI, via Teulada 66
    Gli studi di Via Teulada sono gli studi storici della Rai dove venivano registrate moltissime trasmissioni tra le quali Domenica In.
  • Teatro delle Vittorie, via col di Lana 20
    Il teatro delle Vittorie, è un teatro di posa. Si trova nel quartiere Prati a due passi da piazza Mazzini e appena dietro gli uffici Rai di viale Mazzini ed è stato il palcoscenico per numerosi programmi storici: da Canzonissima a Milleluci a Fantastico.
  • RAI, viale Mazzini 14
    E’ la sede ufficiale della RAI, dove si trovano tutti gli uffici. Celebre per la statua del cavallo che si trova nei suoi giardini.

Il saluto di Roma: il Campidoglio e la Chiesa dell’Aracoeli

Il corteo funebre arriverà poi al Campidoglio dove nella sala della Promoteca sarà allestita dalle ore 18 di mercoledì 7 luglio la Camera Ardente.

Gli orari della camera ardente per Raffaella Carrà: mercoledì 7 luglio dalle 18 alle 24; giovedì 8 luglio dalle 8 alle 12 e dalle 18 a mezzanotte.

Venerdì 9 luglio alle ore 12 verranno celebrati i funerali nella chiesa di Santa Maria dell’Aracoeli.

funerali Raffaella Carrà
Il Campidoglio, nella Promoteca verrà allestita la camera ardente per Raffaella Carrà

Roma offre a Raffaella Carrà il suo centro, il Campidoglio. La Sala della Promoteca, ovvero dei busti in marmo, dove sarà allestita la camera ardente è una grande sala consiliare facente parte del palazzo del Campidoglio del Comune di Roma con le finestre che danno sui Fori Imperiali. E’ una sala che ospita spesso concerti di musica classica o convegni.

Accanto alla scalinata che porta in piazza del Campidoglio parte un’altra scalinata che porta alla Basilica di Santa Maria in Aracoeli. La chiesa si trova dunque anch’essa sul colle Campidoglio e sorge sugli antichi resti di un tempio dedicato a Giunone.

Le prime costruzioni della chiesa risalgono al VI secolo, ma solo dopo il 1100 che il Campidoglio diventa luogo d’elezione della città e il Papa Innocenzo concede la proprietà ai francescani che la Chiesa assume l’aspetto attuale.

corteo funebre raffaella carrà
La Basilica dell’Aracoeli per l’ultimo saluto a Raffaella Carrà

Il cuore di Roma e d’Italia salutano così una grande donna e una grande artista, Raffaella Carrà.

Previous articleRaffaella Carrà dove e quando i funerali: corteo e camera ardente
Next articleGiorgia Palmas e Filippo Magnini, luna di miele in Sardegna
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.