Meteo, scoppia l’estate: fino a quando dura

Le previsioni meteo per i prossimi giorni. Weekend di fuoco, prossima settimana a 30 gradi al Sud, ma poi torna il maltempo

meteo caldo
Le previsioni per i prossimi giorni: scoppia l’estate di aprile

Un aprile così freddo e piovoso non capita spesso e mai come quest’anno abbiamo atteso il caldo. E finalmente dopo giorni di maltempo, il cielo si rischiara e l’agognata primavera è arrivata. Anzi, è arrivata direttamente l’estate. Un aumento termico di oltre 10 gradi investirà buona parte d’Italia. E’ fatta, dunque? Per niente. Le previsioni meteo per i prossimi giorni lasciano poco spazio a dubbi: è solo un fuoco di paglia. Anche se bollente.

Ma anche se durerà poco vale la pena godersi un po’ di bel tempo, che arriva, manco a farlo apposta proprio in contemporanea con le riaperture decise dal governo. In realtà l‘estate di aprile scoppierà già domenica 25 aprile, Festa di Liberazione. Ci farà sognare un pochino e poi nel corso della settimana successiva, soprattutto al Nord dovremo ritirare fuori ombrelli e maglie pesanti, mentre al Sud si potrà tranquillamente andare al mare.

Previsioni meteo: aumento delle temperature a 30 gradi

Abbiamo passato buona parte del mese di aprile con temperature al di sotto della media del periodo. Ora finalmente l’Alta Pressione riprende il comando, spinge via la perturbazione atlantica che ci ha fatto tribolare negli ultimi giorni e ci garantisce un periodo di sole e bel tempo.

Da sabato 24 aprile assisteremo ad un netto miglioramento delle condizioni meteo soprattutto al Centro Nord quando il sole sarà protagonista e i termometri inizieranno a salire. Il Sud nella giornata di sabato dovrà vedersela ancora con un cielo perturbato, almeno in mattinata. Nel corso del pomeriggio la forza dell’anticiclone conquisterà anche le regioni meridionali.

Ma sarà domenica 25 aprile la giornata che ci farà illudere di essere in estate. Un cielo terso, il sole che splenderà, e le temperature che saliranno vertiginosamente. Particolarmente calde saranno la Val Padana, le zone interne del Centro e della Sardegna. Qui la colonnina di mercurio potrebbe toccare pure i 27 gradi, altrove saranno 25. Insomma sembrerà un preludio di estate.

Quanto dura il caldo di aprile: le previsioni per la prossima settimana

L’ondata calda dovrà fare i conti con i capricci di questa primavera 2021. Da lunedì 26 aprile metà Italia tornerà in autunno, mentre l’altra metà resterà (ancora per un po’) in estate.

Infatti dall’inizio della prossima settimana piogge e temporali imperverseranno al Nord soprattutto su Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna. Intorno a martedì e mercoledì il maltempo interesserà anche il centro. E le temperature scenderanno corposamente.

Tutto l’opposto di quello che succederà al Sud dove l’ondata calda continuerà e anzi andrà rafforzandosi per via dell’alta pressione africana che invierà aria bollente dal Sahara. Giovedì 29 aprile addirittura sono attesi 30 gradi in buona parte del Sud.

Quando torna il maltempo

Come abbiamo detto però quest’ondata calda, sebbene al Sud durerà di più, non sarà l’inizio dell’estate. Maggio infatti si presenta almeno nella sua prima metà piuttosto movimentato. Secondo gli esperti sin dall’inizio ci sarà un aumento della nuvolosità, cadrà lo scudo dell’Alta Pressione e tornerà il maltempo ad imperversare.

A metà maggio però arriverà la prima vera ondata bollente. E lì davvero non si torna più indietro e sarà l’inizio dell’estate 2021.

Previous articleJannik Sinner, dov’è nato il talento del tennis: i luoghi dov’è cresciuto
Next articleSi può andare al mare? Apertura, green Pass e zona rossa: le regole del Decreto
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.