Mauro Romano scomparso nel ’77, la madre: “Fa lo sceicco a Dubai”FOTO

La mamma di Mauro Romano, un bambino sparito nel nulla anni e anni fa, è sicura che suo figlio sia un facoltoso uomo di affari mediorientale.

Mauro Romano è Mohammed Al Habtoor
Mauro Romano è Mohammed Al Habtoor? Foto dal web

Mauro Romano, il bambino rapito all’età di 6 anni nel 1977, potrebbe essere nientemeno che lo sceicco Mohammed Al Habtoor. Ne è convinta sua madre, Bianca Colaianni, la quale ha fatto sapere di avere motivo di credere che le cose stiano proprio così.

Leggi anche –> “Mauro è vivo”: si riapre il caso del bimbo scomparso

Habtoor oggi ha 52 anni ed è figlio del magnate Khalaf Al Habtoor, una delle personalità più facoltose ed influenti degli Emirati Arabi Uniti. La signora Bianca ha anche chiesto che venga effettuato il test del Dna, ma fino ad oggi il presunto ‘Mauro Romano’ ha sempre negato il proprio consenso.

Ad ogni modo la famiglia del bimbo rapito il 21 giugno 1977 e del quale non si è mai più saputo niente sono prossimi a volare in Medio Oriente per approfondire la questione. Si punta ad ottenere lo svolgimento del test del Dna mediante l’opera di intermediazione del consolato italiano a Dubai.

Leggi anche –> Mauro ancora vivo? L’ipotesi: “Rapito e poi venduto” – VIDEO

Mauro Romano, la famiglia vuole sapere la verità: è Al Habtoor o no?

Romano abitava a Racale, in provincia di Lecce. Dopo oltre quattro decenni, Bianca e suo marito Mauro Romano non hanno mai smesso di cercare il loro figlio. La donna afferma che lo sceicco Al Habtoor presenterebbe la stessa cicatrice che Mauro si procurò sulla mano destra in seguito ad un incidente domestico.

Leggi anche –> Mauro Romano, ultime novità: sequestrato dallo “zio” – VIDEO

Il bimbo toccò un ferro da stiro ancora caldo. Ma ci sarebbe anche un altro residuo di ferita, posto su un sopracciglio, che farebbe da coincidenza meritevole di essere approfondita secondo la famiglia di Mauro Romano.

La madre di quest’ultimo sostiene che lei e gli altri parenti hanno fatto fin quanto possibile e che ora necessitano dell’aiuto delle autorità politiche. Quelle locali degli Emirati Arabi Uniti non hanno mai voluto sentire ragioni.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Con un intervento diretto dei rappresentanti dell’Italia sul posto si punta però ad ottenere delle aperture importanti. La famiglia Romano vuole sapere se quella pista sia giusta o meno.

Foto dal web