“Mauro Romano è vivo”: si riapre il caso del bimbo scomparso

Nuove testimonianze sul caso del bimbo scomparso da Racale: Mauro Romano sarebbe vivo e lavorerebbe all’estero.  

Era il lontano 20 giugno 1977 quando Mauro Romano scomparve da Racale (Lecce). Un caso mai risolto e su cui si discute e si indaga tuttora. Dopo alcune recenti testimonianze, infatti, ha preso consistenza l’ipotesi che l’allora bambino sia stato sequestrato e venduto all’estero. Nei giorni scorsi è stato ascoltato un parroco del posto e sono state acquisite le dichiarazioni di una donna nell’ambito dell’inchiesta su questo drammatico fatto di cronaca.

Leggi anche –> Mauro Romano ancora vivo? L’ipotesi: “Rapito e poi venduto” – VIDEO

Leggi anche –> Mauro Romano, ultime novità: sequestrato dallo “zio” – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La verità sulla tragica vicenda di Mauro Romano

Al sostituto procuratore Stefania Mininni il parroco avrebbe riferito di essere venuto a conoscenza, attraverso le confidenze dei propri compaesani, del fatto che il bambino possa trovarsi all’estero. La donna sostiene invece di aver saputo che Mauro è divenuto un manager di successo fuori dai confini italiani. Nei mesi scorsi, dopo la richiesta di riapertura delle indagini invocata dall’avvocato Antonio La Scala (presidente di Gens Nova), legale dei genitori di Mauro Romano, il pm Mininni ha aperto un’inchiesta e nel registro degli indagati per omicidio volontario e occultamento di cadavere è stato iscritto un 70enne pedofilo di Taviano già tristemente noto alle cronache.

L’ipotesi al momento ritenuta più probabile è che il bambino sia stato tenuto in un casolare nei pressi di Taviano prima di essere venduto a chi commissionò il sequestro, magari all’estero per conto di una famiglia facoltosa, senza figli. A suo tempo in località Castelforte furono rinvenuti un batuffolo di ovatta impregnato di narcotizzante e una sorta di giaciglio improvvisato. Non si escludono ulteriori sviluppi nelle prossime ore.

Leggi anche –> Mauro Romano, chi è il bambino rapito a Racale nel 1977: la sua storia

EDS