Vaccini, De Luca va allo scontro con il governo: non parteciperà alle conferenze

Vaccini, De Luca contro il governo: “In Campania non procederemo per fasce d’età”. Figliuolo: “Nessuna deroga”

De Luca zona rossa Campania
Vincenzo De Luca zona rossa Campania Foto dal web

Prosegue lo scontro tra Governo e regioni. La luna di miele è durata poco tra i governatori e Palazzo Chigi. In particolar modo, a fare fuoco e fiamme è il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Due i motivi principali: il governatore denuncia la mancanza di 200mila vaccini alla Campania rapportando i dati al numero di abitanti. Il secondo motivo riguarda la gestione delle somministrazioni. Il governo intende andare avanti in maniera uniforme e senza modalità autonome. Draghi, infatti, aveva chiarito in conferenza che è necessario procedere per fasce d’età e non per categorie di cittadini: “La Campania è stata una regione tra le più rigorose d’Italia, ma una cosa è il rigore altro è la stupidità. Dedicheremo – ha dichiarato De Luca – la struttura pubblica a curare i fragili e le persone anziane ma lavoreremo anche sui settori economici perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito le fasce di età l’economia italiana sarà morta”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Vaccini, De Luca denuncia mancanza di dosi

Poi a proseguito: “Ho appena detto al commissario Figliuolo che, una volta completati gli ultra ottantenni e i fragili, noi non intendiamo procedere per fasce di età. Dobbiamo privilegiare un comparto importante dell’economia che è quello turistico e non possiamo vaccinare ad agosto”. Poi De Luca è passato ad attaccare sulla questione della suddivisione delle dosi e i dati che non tornano in base alla popolazione: “Dobbiamo superare lo scandalo della mancata consegna dei vaccini. Ho appena comunicato a Figliuolo che se per aprile non arrivano in Campania i 200mila vaccini in meno che ci hanno sottratto nei 3 mesi che abbiamo alle spalle, prenderemo misure clamorose e intanto non parteciperemo più alle riunioni della Conferenza Stato-Regioni, perché non intendiamo più essere presi in giro. Figliuolo mi ha appena detto che intende rispettare questo obiettivo.

Leggi anche > IoApro, proteste a Roma

E’ una vergogna che la regione con la più alta densità abitativa in Italia abbia meno vaccini di altre regioni. La Campania ha il 9,6% della popolazione italiana e riceve il 7,2% dei vaccini”, conclude il governatore.

Leggi anche > Vaccini, speranza annuncia la novità