Vaccino, Speranza annuncia le novità: “Pfizer e Moderna cambiano”

Da Roberto Speranza, ministro della Salute, arrivano alcuni aggiornamenti sul Piano vaccino e su variazioni nella somministrazione di alcuni di essi, quelli Pfizer e Moderna.

vaccino parla Roberto Speranza
Il ministro Roberto Speranza sul vaccino Foto screenshot

Vaccino, grazie alla somministrazione in corso il ministro della Salute, Roberto Speranza, è dell’idea che in estate la situazione legata alla pandemia in Italia dovrebbe migliorare. Lo sostiene lui stesso nel corso di una intervista concessa al quotidiano ‘La Repubblica’, facendo riferimento alla possibilità di potere godere di “maggiore libertà rispetto a quanto gli italiani abbiano avuto modo di vivere nel corso degli ultimi mesi.

Leggi anche –> Virus, ecco perché abbiamo più morti in Italia: parla Battiston

Ma questo non vuol dire che sarà un libera tutti e che l’emergenza in atto sarà finita”. Lo stesso ministro parla anche del vaccini Pfizer e di quello Moderna, per i quali sono cambiati i tempi per la seconda dose.

Il richiamo avverrà ora a 42 giorni di distanza e non più a 21 oppure a 28 come era stato fino ad oggi. Inoltre sarà anche possibile per le persone con 60 anni o più di età presentarsi ai centri di vaccinazione – i cosiddetti hub – senza la facoltà di prenotarsi, qualora siano rimaste poche dosi, in merito al solo Astrazeneca.

Ad ogni modo Speranza illustra come obiettivo primario quello di completare la vaccinazione degli over 80 e 70. Affinché l’estate sia meno pesante e meno condizionata dalle ormai consuete chiusure, ci sarà la necessità di continuare a rispettare le regole almeno per tutto il mese di aprile.

Leggi anche –> Rita Dalla Chiesa, polemica sul vaccino Astrazeneca a ‘Domenica In’

Vaccino, il piano illustrato da Speranza: “Tutti protetti per giugno sopra ai 60 anni”

Ed anche a maggio la guardia non dovrà calare, ma il ministro della Salute non esclude che si possa fare di nuovo ricorso alla zona gialla, esclusa dagli ultimi Dpcm dopo che le maggiori permissività non si erano dimostrate utili a contenere la diffusione del virus.

Leggi anche –> Nuove riaperture, incontro in settimana: quali settori ne beneficeranno

Speranza critica anche l’atteggiamento di Matteo Salvini, “che ora è al governo, eppure si comporta come se fosse ancora all’opposizione. Mi pare evidente il suo tentativo bislacco di raccattare voti facendo leva sulla sofferenza delle persone”.

Passando a questioni più serie, il titolare del Dicastero della Salute pone come obiettivo la vaccinazione completa di tutti gli over 80 entro aprile e di tutti gli over 60 a giugno, “circa altri 18 milioni di individui.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Occorrerà avere più vaccini e 50 dovrebbero arrivarci entro questo trimestre”. Di questi, 7,3 mln di pezzi saranno di Johnson & Johnson, che non richiede una seconda somministrazione di richiamo.

FOTO Getty Images