Ps5, scarsità semiconduttori: Joe Biden investe per risolvere il problema

Ps5: il presidente Usa Joe Biden ha deciso di investire 50 miliardi nel mercato manifatturiero per risolvere il problema dei semiconduttori.

Nel mese di febbraio diversi produttori, comprese Sony, Nvidia e Microsoft, si sono rivolti alla Casa Bianca per ottenere un aiuto nel risolvere il problema della scarsità di semiconduttori. Proprio la carenza di questi elementi (dal costo irrisorio di 1,5 euro) sarebbe alla base della mancanza di un numero sufficiente di consolle e schede grafiche di ultima generazione sul mercato. Questi semiconduttori, inoltre, sono fondamentali anche per il mercato automobilistico e per l’aggiornamento dei sistemi di difesa nazionali.

Data l’importanza dei semiconduttori per l’economia e la sicurezza del Paese, il neo presidente Usa Joe Biden ha richiesto un’indagine sul problema. Una volta conclusa l’indagine ha stabilito di stanziare 50 miliardi di dollari per finanziare il mercato manifatturiero ed incrementare la produzione di semiconduttori negli Usa. Con un tale finanziamento, entro i prossimi mesi, almeno negli Usa, la produzione di semiconduttori dovrebbe rientrare a regime.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Ps5 abbatte un nuovo record: ha già venduto più di WiiU, PsVita e Dreamcast

Investimento Usa nei semiconduttori: come influirà sulle scorte di Ps5?

In questi mesi la carenza di semiconduttori ha impedito ai consumatori di reperire con facilità le Ps5, le Xbox Series X e le Gpu di ultima generazione di Nvidia e Amd. Chi fosse interessato all’acquisto di questi prodotti tecnologici è costretto a vagliare proposte indecenti sul web – dove il prezzo viene spesso raddoppiato o triplicato – o sperare di entrare nelle liste dei fortunati di qualche negozio premendo compulsivamente F5. Il finanziamento stanziato da Biden influirà solo in minima parte su questa situazione. I semiconduttori prodotto saranno principalmente utilizzati per ammodernare i sistemi di difesa nazionale e successivamente per il mercato automobilistico.

Leggi anche ->Ps5: Final Fantasy XVI potrebbe uscire nel 2021, ma rimarrà un’esclusiva?

Nelle prossime settimane e mesi, dunque, la situazione probabilmente rimarrà la stessa, ma non è escluso che entro la fine dell’anno la produzione possa aumentare in modo sufficiente da permettere a chiunque lo voglia di acquistare una consolle. Non resta che attendere comunicazioni da parte delle aziende, per capire in che modo migliorerà la produzione ed in quali tempistiche sarà possibile pensare all’acquisto di una Ps5 (o Xbox o Gpu Nvidia o Amd) senza doversi lanciare in sfide di velocità o sborsare più del necessario.