Maradona, lo storico sponsor tecnico dedica la collezione speciale

Le Coq Sportif presenta una collezione dedicata al Campione del Mondo 1986 Argentina e alla sua icona Diego Armando Maradona

MEXICO CITY, MEXICO – JUNE 29: Diego Maradona of Argentina holds the World Cup trophy after defeating West Germany 3-2 during the 1986 FIFA World Cup Final match at the Azteca Stadium on June 29, 1986 in Mexico City, Mexico. (Photo by Archivo El Grafico/Getty Images)

Le Coq Sportif presenta una collezione dedicata all’Argentina campione del mondo del 1986 e alla sua icona Diego Armando Maradona, 35 anni dopo il loro trionfo in Messico. Si tratta della prima linea Le Coq Sportif Legends , che celebrerà le leggende dello sport legate al marchio francese. Da oltre 100 anni Le Coq Sportif veste e accompagna leggende dello sport in molte discipline come calcio, tennis, ciclismo, rugby, boxe e altri sport olimpici. Il marchio francese ha costruito la sua storia e ora prepara con entusiasmo le leggende di domani. Tra questi atleti senza tempo, alcuni sono stati investiti da un talento non comune ed sono già entrati, durante la loro vita, nel regno delle leggende. Al centro di questi individui immortali è scelto dall’universo calcistico: Diego Armando Maradona.

Maradona, arriva la collezione speciale 1986

Maradona, il magico genio del calcio, classe 1960 in Argentina, era destinato a raggiungere le stelle più brillanti. Il 1982 è stata la prima Coppa del Mondo di Diego Armando Maradona. È stato Le Coq Sportif a vestire l’Argentina per l’evento spagnolo. L’Argentina ha indossato per la prima volta la toppa AFA nel 1970. L’Argentina non ha brillato quell’anno. La Coppa del Mondo è stata vinta dall’Italia, sempre con la maglia di Le Coq Sportif. Nel 1986, mondiali in Messico.  Per l’Argentina, Diego Armando Maradona gioca la sua seconda Coppa del Mondo, quella che sarà la sua coppa.

Leggi anche > Ibra al ristorante in zona rossa

Prima la mano de Dios, con la quale Maradona punì simbolicamente gli inglesi per la guerra nelle Isole Falkland. Poi, il fantastico slalom del gol del secolo quasi a giustificare nuovamente il precedente gesto  nel famoso quarto di finale contro l’Inghilterra. Il tutto sullo sfondo di una difficile situazione geopolitica.

Leggi anche > Atp Montecarlo, arriva la sospensione

(Allsport/Getty Images)