AstraZeneca, Locatelli gela tutti : “Solo per chi ha più di 60 anni”

Il presidente del Consiglio superiore di sanità ha gelato tutti discutendo del vaccino AstraZeneca. Scopriamo insieme che cosa ha detto.

Il presidente del Consiglio superiore di sanità si è espresso nuovamente pubblicamente di fronte alla Nazione. Durante l’ultima conferenza stampa dell’Aifa l’uomo ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno notevolmente sorpreso gli italiani. Il suo discorso ha toccato l’argomento del vaccino AstraZeneca ed ha gelato tutti. Scopriamo allora insieme che cosa ha detto Franco Locatelli e quali sono state le sue parole.

Leggi anche->Vaccino AstraZeneca: EMA conferma il rischio trombosi

“Germania e Spagna hanno deciso un uso sopra i 60 anni e la Francia sopra i 55 anni di età.” ha dichiarato Franco Locatelli in merito al vaccino AstraZeneca durante l’ultima conferenza dell’Aifa. “La posizione di fatto decisa dal ministro Speranza dopo un confronto è stata quello di raccomandare un uso preferenziale nei soggetti oltre i 60 anni di età.” ha continuato l’uomo. A fare il punto della situazione in conferenza stampa, oltre al celebre Locatelli, sono stati anche Il Dg di Aifa, Nicola Margarini e Gianni Rezza, il Dg della Prevenzione del Ministero della Salute.

Leggi anche->Vaccino con spray e cerotto, l’annuncio della virologa Ilaria Capua

“Con il ministro abbiamo deciso di stabilire la raccomandazione per l’uso preferenziale di AstraZeneca nei soggetti oltre i 60 anni di età.” ha pronunciato Locatelli, facendosi portavoce delle decisioni prese insieme al ministro. Poi ha tenuto a rassicurare gli interlocutori. “Smaltiamo un concetto a chiarissime lettere: questa non è l’eutanasia né il funerale del vaccino AstraZeneca. È assai utile per proteggere la popolazione più esposta a sviluppare patologie gravi”.

 

Video

 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vaccino AstraZeneca: le parole di Franco Locatelli in conferenza stampa

Il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, ha tenuto a rassicurare, durante l’ultima conferenza stampa dell’Aifa, la popolazione in merito alla sicurezza del vaccino AstraZeneca, raccomandato ufficialmente per i soggetti di età superiore ai 60 anni. “La maggior parte degli eventi trombotici si sono osservati in soggetti di sesso femminile sotto i 60 anni di età. Anche se va detto in maniera chiara che l’Ema ha dichiarato che non ci sono fattori di rischio identificati.” ha spiegato Locatelli. “L’Ema ha valutato nuovi dati resi disponibili per quanto riguarda lo sviluppo di fenomeni trombotici. Il nesso di casualità, seppur non rimostrato definitivamente, è dichiarato come plausibile“. Infine ha aggiunto: “Non abbiamo elementi per scoraggiare la somministrazione della seconda dose”.