Angela da Mondello contro la D’Urso: “Sono stata zitta, ma ora basta”

“Sono stata zitta e brava per 8 mesi, ma ora basta”: così inizia il video di Angela da Mondello contro Barbara D’Urso.

“Non ce n’è coviddi”: chi, in questi mesi, non ha sentito ripetere questa frase fino allo sfinimento? Angela Chianello, diventata famosa dal giorno alla notte proprio per aver negato l’esistenza del Covid davanti ad una telecamera, è la prova vivente che chiunque può farsi conoscere online. Come molte delle persone diventato famose sul web, anche Angela (conosciuta come Angela da Mondello per via della città dove vive) nel suo momento di massima fama è stata invitata in vari programmi televisivi per dire la sua.

Leggi anche -> Angela da Mondello, l’attacco alla Clerici: “Nulla di male”

“Nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per 15 minuti” ha detto (sembrerebbe Andy Warhol): ma cosa succede quando quel momento finisce? Angela da Mondello lo sa bene. Non solo la donna è stata messa da parte da tutti coloro che un tempo la volevano in televisione: la sua frase, molto controversa in questo periodo di crisi, l’ha resa antipatica a molti. Ora che la donna non è più protetta dalle luci dei riflettori, lamenta di aver ricevuto messaggi d’odio e minacce.

Il video su Instagram

In un video che nelle ultime ore ha fatto il giro di Instagram, Angela Chianello è tornata ad accusare coloro che l’hanno scordata. La sua delusione, però, si concentra su una persona particolare: “oggi sono qua per mandare un messaggio alla signora Barbara D’Urso” inizia la signora da Mondello. “Sono stata 8 mesi brava e zitta, ma ora basta: mi sono rotta veramente”.

Leggi anche -> Angela da Mondello furiosa, l’attacco a Lele Mora: “Mi ha ingannata”

“Quindi, cara Barbara: ti ricordi 8 mesi fa quando hai inviato i tuoi giornalisti a Mondello? Io non ne sapevo nulla. Hai mandato in onda quella parte dell’intervista e da lì è successo un macello, un manicomio” continua la donna. “Ascolta bene, io sono responsabile per ciò che faccio e ciò che dico… nella situazione in cui mi sono trovata io non hai battuto un pugno per dire ‘devo aiutare Angela’”. Angela da Mondello poi prosegue dicendo che non c’è bisogno che Barbara D’Urso la protegga, perchè si può difendere da sola, ma che avrebbe apprezzato che la donna si schierasse quantomeno dalla parte della sua famiglia. “Non hai tutelato una bambina di 13 anni” commenta, parlando della figlia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Il diritto di parola io lo pretendo, perchè è giusto così” conclude Angela. “Mi hai rovinato 8 mesi della mia vita, 8 mesi, perchè io prima ero tranquilla. Non siamo persone ricche ma siamo umili e con un cuore, il nostro cuore… il tuo no”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gossipetv (@gossipetv)