Emiliana Alessandrucci, chi è l’ospite di Quarta Repubblica: età, foto, vita privata

Questa sera in onda su Rete4 “Quarta Repubblica”, con ospite l’esperta del lavoro Emiliana AlessandrucciEcco cosa sappiamo su di lei.

quarta repubblica

Oggi 5 aprile andrà in onda la nuova puntata di “Quarta Repubblica” su Rete4. L’appuntamento con l’informazione e l’attualità condotto da Michele Porro non si ferma nemmeno a Pasquetta e anche stasera guiderà il pubblico dei telespettatori italiani, come ogni lunedì sera, attraverso i principali avvenimenti socio-politici del nostro Paese. Tanti servizi e ospiti illustri come di consueto per arricchire ancora di più la serata. Stasera, tra gli altri, parlerà Emiliana Alessandrucci, esperta di lavoro autonomo. Ecco cosa sappiamo su di lei, il suo lavoro e la sua vita privata.

Quarta Repubblica, chi è Emiliana Alessandrucci

Tanti gli argomenti trattati nella puntata di questa sera di “Quarta Repubblia“, condotto da Michele Porro, tra cui naturalmente la situazione Covid. In particolare, si parlerà delle nuove misure entrate in vigore proprio durante le vacanze di Pasqua e della “zona rossa totale” da cui parte dell’Italia uscirà a partire da domani 6 aprile.

Leggi anche–> Stasera in tv – Quarta Repubblica, le anticipazioni del 5 aprile

Tra gli ospiti, anche Emiliana Alessandrucci, presidente del CoLAP (Coordinamento Libere Associazioni Professionali) ed esperta di lavoro autonomo. Si è laureata nel 2014 in Scienze Politiche e ha poi conseguito un master in Gestione delle risorse umane. Prima di raggiungere la sua attuale posizione di presidente del CoLAP, la Alessandrucci si è occupata di consulenza HRformazione progetti. Tra i suoi interessi e le sue passioni ci sono le politiche di genere e di inclusione sociale, di cui si occupa sempre.

Leggi anche–>Matilde Siracusano, chi è: età, carriera, vita privata della deputata

La Alessandrucci è molto attiva sul fronte della difesa delle donne vittime di violenze e delle politiche di genere in generale. “Le donne nel nostro paese non sono libere” – ha scritto nel 2019 – “perché sono costrette a scegliere. Uno stato dovrebbe mettere la donna nella condizione di poter scegliere liberamente tra tre opzioni: la prima è di lavorare e non essere madre senza per questo essere accusata; la seconda di essere madre e comunque fare carriera; la terza di essere solo madre.

emiliana alessandrucci