Juve, festino con 20 persone a casa McKennie: c’erano anche due compagni

Juventus, festino con 20 persone a casa del mediano McKennie: c’erano anche Dybala e Arthur». Multati dai carabinieri

Dybala

Un festino con 20 persone organizzato dal calciatore americano della Juventus McKennie. E’ quanto scoperto dai carabinieri ieri sera, perchè allertati dai vicini che sentivano musica ad alto volume. Sono stati allertati subito gli uomini dell’arma dal vicinato che, oltre ad ascoltare musica, hanno scoperto che ciò avveniva ben oltre le 22, orario di coprifuoco secondo le norme in vigore. Secondo il quotidiano la Stampa, gli uomini dell’arma sarebbero stati allertati intorno alle 23:30. In casa erano presenti anche altri due calciatori della Juventus, compagni di squadra del mediano statunitense. Si tratta dell’attaccante argentino Dybala e del centrocampista Arthur. Secondo il quotidiano torinese, i carabinieri, quando hanno bussato al citofono della villa, hanno dovuto attendere un bel po’ prima che aprissero, poi la scoperta.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Festino con 20 persone, sanzioni

Le persone presenti sono state tutte multate secondo quanto prevedono le norme anti-Covid. Dei due calciatori l’ex Barcellona non si era mai ammalato di Covid mentre Dybala lo ha avuto durante la prima ondata. Il rischio di ammalarsi nuovamente è stato corso. Secondo Sportmediaset, il ritardo nell’ingresso in casa da parte degli uomini dell’Arma è stato dovuto ad una trattativa tra le parti. Sempre secondo la pagina online del canale tematico sportivo delle reti Mediaset, anche la società bianconera sarebbe propensa a multare i calciatori, oltre alle sanzioni operate dall’autorità pubblica. Intanto in casa Juventus dopo Demiral, è risultato positivo anche il difensore centrale Leonardo Bonucci. La notizia è stata diffusa dalla società piemontese attraverso un comunicato:

Leggi anche > Zona rossa, cosa è previsto dopo Pasqua

“Di ritorno dal ritiro della nazionale italiana, questa mattina è stato sottoposto a test molecolare diagnostico per Covid 19 che è risultato positivo. Il calciatore è già stato posto in isolamento domiciliare”.

Leggi anche > Covid, bollettino del 31 marzo