Corrado Augias, chi è la moglie Daniela Pasti: la loro lunga storia d’amore

Corrado Augias è sposato da decenni con Daniela Pasti, scopriamo qualcosa in più su di lei: età, carriera, curiosità.

Corrado Augias è ed è stato uno dei più importanti giornalisti e scrittori del periodo che va dal dopo guerra ad oggi. Per anni è stato corrispondente all’estero per la Rai, L’Espresso e Panorama e dal 1976 è diventato corrispondente per Repubblica dagli Stati Uniti. Per oltre 20 anni ha mantenuto quel ruolo e da 20 anni si occupa di rispondere alle lettere che i lettori inviano al quotidiano. Augias, però, è stato anche un grandissimo scrittore di gialli e di libri di cultura, dedicati all’anima e la storia di singole città come Parigi, Roma, New York e Istanbul.

Corrado è stato negli anni anche un grande autore di programmi televisivi, sia per la Rai che per Telemontecarlo. Per il suo grande contributo dall’estero Corrado è stato insignito di due titoli dallo Stato Italiano (Grand’Ufficiale all’Ordine al Merito, e Cavaliere di gran croce all’Ordine al Merito) ed una, poi restituita dal governo francese. In questo eccezionale percorso lavorativo, Corrado è stato accompagnato dalla moglie Daniela Pasti, per anni sua collega giornalista e in un’occasione coautrice di uno dei suoi testi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Pino Insegno, perché è finito il matrimonio con Roberta Lanfranchi: la verità

Daniela Pasti, cosa sappiamo della moglie di Corrado Augias

Daniela ha un passato come inviata de La Repubblica e con il marito ha scritto il libro Tre Colonne in Cronaca, testo considerato da molti una specie di profezia sul successo imprenditoriale e politico di Silvio Berlusconi. Dal loro matrimonio è nata un’unica figlia, Natalia, la quale ha deciso di intraprendere la carriera dei genitori diventando anch’essa giornalista.

Leggi anche ->Bambina muore di fame, la madre era uscita a festeggiare il compleanno

Donna molto riservata, Daniela è la figlia di un ex generale Italiano: Nino Pasti. Il padre fu impegnato nella guerra in Etiopia e successivamente nella Seconda guerra mondiale fino al 1941. Dopo la formazione della Repubblica divenne senatore e si occupò di indagare sulla corsa agli armamenti dei Paesi e ai dettagli riguardanti il rapporto tra Paesi appartenenti al Patto di Varsavia e quelli del blocco Nato.