Cristina Parodi commuove sui social: il terribile ricordo della tragedia

La tragedia della pandemia ha investito l’Italia da oramai un anno esatto. Cristina Parodi ha ricordato sui social uno dei giorni più bui.

È oramai ufficiale, la giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19 è stata istituita il 18 Marzo. Tale giorno è stato scelto poiché nel 2020 hanno sfilato per le strade di Bergamo i mezzi militari che trasportavano le salme delle persone decedute, un evento che ha segnato inesorabilmente tutti i cittadini italiani. Le immagini dell’accaduto sono ancora impresse nella nostra memoria e molto probabilmente non saranno mai dimenticate. La giornalista Cristina Parodi ha deciso tramite social di riportare alla luce tutto quello che successe, commuovendo il web intero. Leggiamo insieme che cosa ha scritto la donna.

Leggi anche->Giornata Nazionale vittime del Covid, Mario Draghi a Bergamo

Cristina ha commosso oggi, 18 Marzo, la giornata nazionale in memoria delle vittime di Coid-19, tutto il web. Lo ha fatto tramite Instagram, uno dei social più in voga del momento, ed ha ricevuto immediatamente centinaia e centinaia di reazioni. La donna ha condiviso la foto, oramai celebre, dei mezzi militari che hanno sfilato lo scorso anno a Bergamo, trasportando le salme delle vittime. Ad accompagnare lo scatto, una toccante e profonda descrizione. “Esattamente un anno fa, il 18 Marzo 2020, questa foto pubblicata sui social ebbe la forza di raccontare meglio di mille parole e di tanti numeri la tragedia che stavamo vivendo a Bergamo”.

Leggi anche->Giornata Nazionale vittime del Covid, perché si celebra il 18 marzo

La giornalista ha utilizzato la parola tragedia per descrivere l’inizio della pandemia, evocando nella memoria di tutti i lettori ricordi inevitabilmente dolorosi e forti. “I camion militari che trasportavano le salme dei nostri morti, troppi per poter essere cremati nel cimitero.” ha scritto la donna sui social. “Oggi è il giorno del ricordo e del dolore, perché a distanza di un anno la paura non è ancora passata”. Ed è proprio vero ciò che ha dichiarato la Parodi. Il Covid-19, anche a distanza di un anno, fa ancora tanta paura e l’intera nazione non aspetta altro che potersi lasciare alle spalle un simile evento.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristina Parodi (@criparodi1)


Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cristina Parodi: il commovente post su Instagram e il ‘bosco della memoria’

La giornalista Cristina Parodi ha commosso poche ore fa tutto il web, ricordando ai lettori l’inizio tragico della pandemia. La donna ha postato su Instagram la celebre foto dei mezzi militari sulle strade di Bergamo, con a bordo le salme delle vittime. L’evento, accaduto esattamente un anno fa, è ancora vivido nella mente di tutti i cittadini, che ancora sperano di poter scrivere la parola fine sotto questo doloroso capitolo di storia. “Questa mattina verrà inaugurato in città il bosco della memoria” ha scritto la Parodi sul social, lanciando un messaggio di speranza ai cittadini. “Non una lapide o una statua, ma un monumento vivo, che respira e che crescerà nel tempo. Perché dal luogo più colpito dal COVID, senza dimenticare i nostri morti, possa arrivare un messaggio positivo di vita e di rinascita a tutta l’Italia”.