Pensioni aprile 2021, pagamento anticipato: quando arriva la mensilità

Anche per il mese di aprile 2021 il pagamento delle pensioni agli sportelli della posta avverrà in anticipo: ecco quando.

Il pagamento delle mensilità delle pensioni avviene solitamente il primo giorno utile del mese: i bonifici e la possibilità di ritirare l’assegno pensionistico alla posta è fissato per l’1 del mese o, se questo giorno è un festivo, quello successivo. Da quando la pandemia ha colpito duramente l’Italia c’è stato bisogno di pianificare in modo differente la possibilità di ritiro della pensione agli sportelli della posta.

La necessità di non creare assembramenti, infatti, ha spinto l’Inps ed il governo a creare un calendario su ordine alfabetico, in modo da suddividere i beneficiari delle pensioni in vari giorni. Al fine di evitare che questa esigenza creasse dei problemi economici o comunque dei ritardi, è stato stabilito che il pagamento delle pensioni debba avvenire tra l’ultima settimana del mese e il primo giorno di quello successivo. In questo modo tutti i pensionati potranno avere la mensilità entro e non oltre il primo giorno del mese.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Pensioni, addio a Quota 100: l’ipotesi di riforma voluta da Draghi

Pensioni aprile: quando avverranno i pagamenti

Iniziata a marzo 2020, la suddivisione in ordine alfabetico è stata rinnovata di mese in mese e continuerà anche per le pensioni di aprile 2021. D’altronde la diffusione del contagio non accenna a diminuire ed anzi in questi giorni stiamo assistendo ad un nuovo incremento dei casi in gran parte d’Italia. Rimane necessario, dunque, tutelare i cittadini che devono ritirare la pensione, evitando loro di rischiare il contagio.

Leggi anche ->Pensioni annullate per decessi, +16% nell’anno della pandemia

I primi a poter ritirare la pensione saranno i cittadini i cui cognomi iniziano per A e B il 26 marzo. Le operazioni di ritiro si concluderanno giorno 1 aprile. Ecco l’ordinanza numero 740 del 12 febbraio del 2021 con la quale viene annunciata la pianificazione della consegna delle pensioni per marzo e aprile:

“Allo scopo di consentire a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle predette prestazioni, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, di cui all’articolo 1, comma 302, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e successive integrazioni e modificazioni […] di competenza del mese di aprile 2021, è anticipato dal 26 marzo al 1 aprile 2021″.