Il piano del Generale Figliuolo: tutti vaccinati entro l’estate, ecco come

Il Generale Figliuolo dichiara le dosi di Johnson&Johnson fondamentali per riuscire a vaccinare tutti quanti entro l’estate. 

Generale Figliuolo

Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, nominato commissario straordinario per l’emergenza da Covid-19, non è un uomo che si arrende facilmente davanti alle sfide. Infatti, ha affermato: “Normalmente io faccio le battaglie per vincerle, mica per perderle“. Di solito è abituato a ben altro tipo di guerra, ma quella che sta affrontando ora contro il Covid-19 è forse la più ostica con cui abbia avuto a che fare. Nonostante tutto, il generale si dice ottimista e guarda ai vaccini con rinnovata speranza. In un’intervista riesce addirittura a scherzare: “Sono molto ottimista. […] Non fatemi bruciare il discorso del presidente del Consiglio, altrimenti perdo il posto“. Poi il commissario straordinario ha spiegato il piano del governo, basato su due punti fondamentali: la presenza fattuale di vaccini e la possibilità di somministrarli in tempi rapidi e in sicurezza.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Vaccino anti Covid, Draghi: Obiettivo 500mila dosi al giorno

I piani di Figliuolo contro il Covid-19

Figliuolo è stato in prima linea nella lotta contro il Coronavirus sin dal primo momento, quando aveva fatto allestire delle aree di isolamento per gli italiani che tornavano da Wuhan. Oggi come allora, il generale continua a pianificare tutto in maniera precisa e metodica: “Io sono uno che controlla le cose che fa, la chiave è comando accentrato, esecuzione decentrata. […] Alcune regioni mi preoccupano e la Calabria è tra queste“. Nonostante qualche preoccupazione, Figliuolo pensa che in generale l’Italia si stia muovendo bene. Le persone vaccinare aumentano di giorno in giorno e, secondo il generale, le cose potranno solo che migliorare. “I problemi li risolveremo quando arriva Johnson&Johnson. Ci consegneranno 25 milioni di dosi e, poiché se ne fa una soltanto, è come se ne arrivassero 50 milioni”. Il commissario straordinario guarda al bicchiere mezzo pieno e si arrischia addirittura a dire che, secondo lui, entro l’estate dovremmo essere tutti vaccinati. Figliuolo ha veramente una bella gatta da pelare, ma non perde il sorriso, né la positività: “Io sento che c’è un afflato e che vincerà l’Italia. Mi stanno chiamando tutti, l’Eni, l’Enel, il Coni, i medici sportivi. È una sfida bella e importante. Ora dobbiamo tarare i sistemi informativi“.

Generale Figliuolo
FRANCESCO PAOLO FIGLIUOLO, IL NUOVO COMMISSARIO PER L’EMERGENZA COVID