Marco Venturi, chi è l’uomo accusato di aver ucciso Carlotta Benusiglio

Sono passati quasi 5 anni dall’assassinio di Carlotta Benusiglio e Marco Venturi, unico sospettato, viene nuovamente portato in tribunale

Marco Venturi

Carlotta Benusiglio era un’ex modella e stilista; la polizia l’ha trovata morta a Milano, impiccata con una sciarpa ad un albero nel parchetto di fronte a casa sua la mattina del 31 maggio 2016. La donna aveva 37 anni. Le polizia ha aperto immediatamente le indagini e ha iniziato concentrandosi sul fidanzato della vittima, Marco Venturi. Le forze dell’ordine hanno messo subito l’uomo sotto torchio per il suo rapporto burrascoso con la vittima. Inoltre, la stilista aveva denunciato in precedenza Venturi tra il 2014 e il 2016 sia per stalking che per violenze. Per questo, il pm Gianfranco Gallo ne aveva richiesto l’arresto, che tuttavia è stato bocciato tre volte. Dopo un primo diniego del gip, gli altri due sono arrivati dal Riesame e dalla Cassazione. Considerato inizialmente solo una persona informata su quanto accaduto, la polizia ha successivamente indagato Venturi per istigazione al suicidio, e infine lo hanno accusato di omicidio volontario aggravato.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Isola dei Famosi, è già scoppiata una rissa: cosa è successo

Marco Venturi è davvero l’assassino?

Nonostante i sospetti, hanno dovuto scagionare subito Marco Venturi. Infatti, dalla perizia sembrava che la donna fosse morta per asfissia da impiccagione e per lesioni causate da strangolamento pregresso. Questo ha fatto pensare che Carlotta Benusiglio si fosse suicidata. Ma Gianfranco Gallo non era d’accordo e, dopo aver valutato altri dati, riteneva che Venturi avesse ucciso la stilista “per futili motivi, con dolo d’impeto, stringendole al collo una sciarpa oppure il proprio braccio“. La ragazza inoltre soffriva della sindrome di Eagle, un disturbo dei legamenti tra il cranio e l’osso ioide del collo, che si calcificano. Per questo, Carlotta Benusiglio potrebbe essere “deceduta subito dopo per asfissia meccanica da strangolamento”, dopodiché Marco Venturi avrebbe inscenato l’impiccagione.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Silvia Liberatori, morta in casa a 36 anni: ipotesi Covid

Queste accuse però non sono mai hanno mai trovato conferma, e oggi la Procura di Milano ha chiesto nuovamente un processo per Venturi. Il pm ora è cambiato: si chiama Francesca Crupi e ha deciso di coinvolgere l’ufficio gip, considerando doveroso l’intervento di un giudice.

Carlotta Benusiglio Marco Venturi