Caso Ilenia Fabbri, svolta nelle indagini: l’assassino confessa l’omicidio

Svolta nelle indagini sull’omicidio di Ilenia Fabbri, il principale sospettato ha confessato la colpevolezza durante l’interrogatorio di garanzia.

A distanza di oltre un mese dalla morte di Ilenia Fabbri, le indagini sull’omicidio della donna hanno portato al primo risultato concreto. Nei giorni scorsi i Carabinieri hanno arrestato Pierluigi Barbieri con l’accusa di omicidio volontario e l’ex marito della donna Claudio Nanni, accusato di essere il mandante in omicidio. Le prove raccolte dagli uomini dell’arma in queste settimane hanno permesso di stringere il cerchio sugli indiziati.

Barbieri è stato interrogato nelle scorse ore ed ha ammesso di essere stato lui ad uccidere la donna. La piena confessione dunque, toglie ogni dubbio sulla colpevolezza dell’uomo in quanto esecutore materiale dell’omicidio. Tuttavia gli investigatori sono convinti che a commissionare l’assassinio dell’ex moglie sia stato in realtà Claudio Nanni. L’uomo verrà interrogato nelle prossime ore.

Leggi anche ->“Sono molto impaurita”, l’audio inquietante che Ilenia Fabbri ha inviato prima di morire

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ilenia Fabbri: le denunce contro l’ex marito e la tragica fine

Il corpo senza vita di Ilenia Fabbri è stato trovato il 6 febbraio 2021 nella sua abitazione a Faenza. I sospetti degli investigatori si sono subito rivolti verso l’ex marito Claudio Nanni. I due avevano avuto una storia turbolenta, conclusa dopo che la donna lo aveva denunciato per violenza domestica. Dopo un lungo procedimento per il divorzio concluso nel 2018, la donna aveva cercato di rifarsi una vita, ma l’ex marito non era riuscito a superare l’odio nei suoi confronti.

Leggi anche ->Ilenia Fabbri, indizi contro l’ex marito: “Chi può farle del male?”

Sono state diverse le testimonianze di amici e parenti che asseriscono come Nanni non abbia mai superato la separazione e l’astio nei confronti della donna. Le indagini hanno portato a comprendere che l’omicidio era stato compiuto da Pierluigi Barbieri, conosciuto come “Lo Zingaro“. Nonostante nel momento dell’assassinio Nanni si trovasse insieme alla figlia Arianna, gli investigatori non hanno mai creduto all’estraneità dell’uomo. Ritengono infatti che il mandante dell’omicidio sia proprio l’ex marito di Ilenia Fabbri. Tale convinzione è stata rafforzata dalla testimonianza di un’amica intima dell’uomo, la quale ha rivelato agli inquirenti come in passato le avesse chiesto se conoscesse qualche sicario.