Covid, la proposta di Bassetti: “Vacciniamo subito i calciatori”

Mentre il Covid continua a imperversare, Bassetti lascia tutti a bocca aperta. Precedenza ai calciatori per il vaccino. Ecco perché. 

Da quanto è scoppiata la pandemia gli esperti hanno discusso riguardo a chi dare la priorità. Mentre la comunità scientifica dà la precedenza agli anziani, l’infettivologo Bassetti avanza una proposta che ha fatto storcere il naso a molti.

Alle persone che presentano età avanzata, patologie o fattori di rischio potrebbero far concorrenza anche i calciatori. Scopriamo perché l’infettivologo vorrebbe dare la precedenza a questi sportivi.

Covid: vaccinare i calciatori per far riprendere il campionato

Il pensiero dell’infettivologo è emerso durante un’intervista a Tuttosport. Uno dei temi affrontati nell’intervista è stato proprio l’insorgere dei focolai tra i giocatori. E’ ciò che è successo anche al Torino che è prossima a una sconfitta a tavolino contro la Lazio.

Leggi anche -> Covid Lombardia, svolta sui vaccini: ecco quando arrivano nelle scuole

Il primario del reparto di malattie infettive lancia un messaggio di speranza che ha lasciato i più a bocca aperta. Secondo Bassetti, vaccinare tutti i calciatori potrebbe portano diversi vantaggi. “Si eviterebbero cluster, si eviterebbero problemi al campionato col rischio di rinvio di partire così come problemi all’intera industria e si darebbe un segnale forte agli scettici”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il fulcro centrale della sua tesi sta nel grande potere comunicativo che hanno i calciatori. Il professor Bassetti sostiene che far vaccinare un grande campione potrebbe spingere molti a imitarlo. Sarebbe certamente un mezzo efficace per togliere i dubbi sull’efficacia dei vaccini.

Leggi anche -> Covid, l’allarme dell’Iss: ora i più colpiti sono i giovanissimi

Una proposta interessate che però necessiterebbe di molte più dosi. “Spero che il prossimo campionato sia più ‘normale’: il calcio è un fenomeno sociale e un’industria che dà lavoro a tanta gente. Diamoci da fare, troviamo questi benedetti vaccini e creiamo punti di accesso per tutti. L’unica soluzione è il vaccino, compriamoli e diffondiamoli“, queste le parole di Bassetti.