Gerry Scotti, la grande paura per la malattia poi la rinascita come nonno

Gerry Scotti sta vivendo un momento di gioia e serenità e gioia dopo essersi ammalato di Covid lo scorso autunno grazie alla nascita della nipotina Virginia. 

Gerry Scotti è al settimo cielo, ora che l’incubo Covid è passato e può coccolare la neonata nipotina Virginia sua omonima (il suo vero nome del conduttore è Virginio). Per lui finalmente si è aperto un periodo di serenità e gioia dopo la paura della malattia: un’esperienza che nel bene e nel male gli ha insegnato molte cose.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

La seconda vita di Gerry Scotti

Gli ultimi mesi del 2020 sono stati davvero durissimi per Gerry Scotti. Il noto conduttore tv a fine ottobre si era ammalato di Covid-19 proprio nel periodo in cui in Italia stavano crescendo i contagi della seconda ondata e iniziava il sistema delle Regioni rosse, arancioni e gialle a seconda delle aree di rischio. La notizia l’aveva data lo stesso Gerry Scotti con un post su Instagram, datato 26 ottobre, insolitamente cupo e preoccupato.

Leggi anche –> Gerry Scotti nonno, la bellissima notizia: “Non chiamatemi più Zio”

Dopo un aggravamento delle sue condizioni, finalmente il 16 novembre il conduttore ha annunciato il suo ritorno a casa, con un nuovo post su Instagram in cui appariva sorridente ma provato. E’ stata parole “fine” su un bruttissimo periodo, con sinceri ringraziamenti ai sanitari che si erano persi cura di lui e una bacchettata ai negazionisti del Covid. Poi la riabilitazione, per fortuna senza gravi conseguenze, ma soprattutto la preparazione per diventare nonno: la nipotina è nata il 15 dicembre, a un mese dalle sue dimissioni dall’ospedale. Un evento che, come ha raccontato lui stesso, lo ha aiutato moltissimo a riprendersi dalla malattia facendolo letteralmente rinascere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gerry Scotti (@gerryscotti)

Leggi anche –> Gerry Scotti, clamorosa svolta dopo la malattia: nessuno se lo aspettava