Il nuovo libro di J.K.Rowling, alias Robert Galbraith: tutto su Sangue Inquieto

Il 25 febbraio esce in libreria Sangue Inquieto, il nuovo romanzo di J.K. Rowling scritto sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith

Dopo anni di attesa, la scrittrice britannica J.K. Rowling torna a far parlare di sé. Nel corso degli anni, la Rowling non si è dedicata solamente al vasto e magico mondo di Harry Potter, ma ha cercato di ampliare i suoi orizzonti volando verso altri lidi. Tuttavia, temeva che la fama ottenuta grazie al successo del maghetto inglese potesse eclissare inglobare qualsiasi altra opera. Per questo motivo, nel 2013 J.K. Rowling ha provato un esperimento: usando lo pseudonimo di Robert Galbraith ha pubblicato un giallo intitolato Il richiamo del cuculo. Questo romanzo ha avuto un discreto successo poi, quando la Rowling si è rivelata come vera autrice del racconto, il mondo è andato in visibilio.

Leggi anche –> Voliamo a Hogwarts: la serie tv di Harry Potter potrebbe essere in lavorazione

J. K. Rowling è la saga di Cormoran Strike

Il richiamo del cuculo è il primo romanzo a trattare le avventure del detective privato Cormoran Strike, che viene ingaggiato da un avvocato per indagare sul presunto suicidio della sorella adottiva. Personaggio controverso, dalle mille sfaccettature, Strike è entrato sia nei cuori dei fan di Harry Potter che in chi si avvicinava alla scrittrice per la prima volta. Questo giallo ha avuto talmente tanto successo da diventare una saga e da far sì che venisse creata una serie televisiva (Strike, andata in onda dal 2017 al 2020). I volumi che hanno seguito sono stati pubblicati sempre usando l’alias di Galbraith e sono: Il baco da seta del 2014, La via del male del 2016 e Bianco letale del 2018. A questi, da domani si aggiungerà alla saga un quinto romanzo: Sangue inquieto, edito da Salani.

Il libro si presenta come un volume corposo di 1104 pagine e costerà 24,90 euro. Di seguito riportiamo la sinossi: “Il nuovo caso arriva nelle mani di Cormoran Strike in una buia serata d’agosto, davanti al mare della Cornovaglia, mentre è fuori servizio e sta cercando una scusa per telefonare a Robin, la sua socia. In quel momento tutto desidera tranne che parlare con una sconosciuta che gli chiede di indagare sulla scomparsa della madre, Margot Bamborough, avvenuta per giunta quarant’anni prima. Un cold case più complesso del previsto, con un serial killer tra i piedi e un’indagine della polizia a suo tempo molto controversa, fra predizioni dei tarocchi, testimoni sfuggenti e piste oscuramente intrecciate. Galbraith ritorna con un nuovo, magnetico capitolo della storia di Robin e Strike, una delle coppie di investigatori più amate di sempre“.

Leggi anche –> J.K. Rowling nella bufera, tutti contro di lei: ecco cosa ha fatto

Proprio questo romanzo è stato al centro di diverse polemiche qualche mese fa perché vi è un uomo cisgender che uccide le donne indossando abiti femminili. Ma la Rowling non è nuova alle accuse di transfobia, dopo la bufera dello scorso Giugno. La Rowling aveva scritto commenti fortemente transfobici, tanto che anche diversi membri del cast di Harry Potter avevano commentato prendendo le distanze dalla scrittrice.

J. K. Rowling