Vaccino Covid, un sito che calcola quando arriva il nostro turno

Volete sapere quando sarà il vostro turno per ricevere il vaccino contro il Covid, il sito di Omni Calculator vi permette di saperlo.

Dopo la pubblicazione del nuovo calendario di vaccinazioni, sappiamo per certo che l’obbiettivo del governo è quello di ultimare le vaccinazioni degli over 80 e dei soggetti fragili entro la fine dell’estate. Per tutti gli altri la data della possibile vaccinazione rimane un’incognita e non è possibile calcolarla con esattezza. Tuttavia se voleste farvi un’idea di quale possa essere il periodo in cui potete ricevere l’agognato vaccino, un modo c’è: esiste infatti un sito sviluppato dalla startup polacca Omni Calculator che consente di calcolare l’intervallo di tempo in cui potreste ricevere la vaccinazione.

A curare il sito sono state la matematica Anna Szczepanek, ricercatrice presso l’Università di Cracovia, e l’italianista Anna Wójcicka, che ha curato tutto l’adeguamento del sito in italiano. Per fare funzionare il calcolatore, la Szczepanek ha inserito le varie categorie di priorità indicate dal governo ed ha basato il calcolo sulla stima di vaccinazioni settimanali. In base alla vostra categoria di appartenenza ed al ritmo di vaccinazione, il calcolatore vi indica una finestra di tempo entro la quale potreste ricevere la prima e la seconda dose.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vaccino Covid, ecco come funziona il calcolatore

Come detto il calcolatore si basa inizialmente sulle stime di vaccinazione condivise dal governo italiano. Quindi il calcolo standard avviene sulla base di 1,166,000 vaccinazioni a settimana e sulla categoria di rischio nella quale siete inseriti. Dunque se foste dei 30enni con nessuna patologia, il vostro turno sarebbe compreso tra il 4 novembre 2021 ed il 13 aprile 2022. Se foste invece dei 70enni con una patologia compresa nella categoria 1, il vostro turno sarebbe tra il 30 marzo ed il 17 aprile 2021.

Leggi anche ->Vaccino Covid, Novavax annuncia: “Il nostro debella le varianti”

A creare la forbice tra una data e l’altra è il fatto che all’interno delle categorie considerate ci sono milioni di persone. Ad esempio davanti al 30enne ci sono 24 milioni di italiani e anche quando arriverà il turno dei trentenni non è possibile sapere quando il soggetto in questione verrà chiamato per vaccinarsi. Il sito permette infine di ricalcolare la data in base al ritmo di vaccinazione attuale. Al momento si procede con un ritmo di 400 mila vaccinazioni a settimana circa, il che allontana le finestre di vaccinazione per ogni categoria. Su questi ritmi ad esempio, il 30enne si vedrebbe spostato tra il 5 marzo 2023 ed il 7 giugno 2024.

Leggi anche ->Brescia con più morti di Bergamo: “Ogni reparto possibile al Covid”

Ovviamente è improbabile ed auspicabile che nei prossimi mesi si continui su questi ritmi, sia perché ci si attende che le aziende farmaceutiche possano aumentare la produzione, sia perché è possibile che il governo sottoscriva nuovi accordi per l’arrivo di altri vaccini che nel frattempo si sono rivelati validi.