Erika e Omar, cosa fanno oggi a 20 anni dal Delitto di Novi Ligure

Nel 2001 Erika e Omar, ancora minorenni, massacrarono la madre ed il fratello minore di lei. Quello fu il Delitto di Novi Ligure. Oggi loro sono diventati così.

Erika e Omar delitto Novi Ligure
Cosa fanno oggi Erika e Omar dopo anni dal Delitto di Novi Ligure Foto dal web

Erika e Omar sconvolsero l’Italia intera il 21 febbraio 2001 in quello che sarebbe poi diventato noto come il Delitto di Novi Ligure. In quella circostanza morirono la madre 41enne ed il fratello minore di lei. Si chiamavano Susy Cassini e Gianluca, con quest’ultimo che aveva soltanto 12 anni. La coppia di fidanzatini massacrò le vittime con un totale di 97 coltellate, tutte inferte con efferata violenza.

Leggi anche –> Franzoni, Erika, Omar: condannati per omicidio e liberi di vivere la loro vita

L’adolescente in particolare venne finito al termine di un inseguimento in casa. A distanza di 20 anni nella località in provincia di Alessandria così come nel resto d’Italia c’è ancora chi si pone delle domande sul perché di questa tragedia. Nel frattempo Erika e Omar hanno cambiato vita. Lui in realtà si chiama Mauro Favaro, Omar era un soprannome. I due avevano rispettivamente 16 e 17 anni e la loro versione che fece riferimento ad una rapina da parte di sedicenti rapinatori albanesi sfociata in dramma venne presto smontata dagli investigatori. I due ottennero delle condanne a 16 e 14 anni.

Leggi anche –> Cannibale uccide e mangia tre amici: sconvolge la perizia FOTO

Erika e Omar, cosa fanno oggi i due: si sono persi di vista

Lui dal 2010 è tornato in libertà, potendo usufruire di alcuni permessi premio, e si è rifatto una nuova vita in Toscana. Per quanto riguarda Erika, sappiamo che ha conseguito una laurea e ha anche trovato l’amore, finendo con lo sposarsi. Suo papà, Francesco De Nardo, non l’ha mai lasciata sola. E questo nonostante anche lui avrebbe dovuto perdere la vita in quel febbraio del 2021.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Delitto di Novi Ligure, la nuova vita di Erika De Nardo: “Si è sposata”

L’uomo su salvò soltanto perché ancora assente da casa per via del lavoro. Pure oggi c’è chi ritiene che le pene inflitte ad Erika e Omar fossero troppo lievi e chi pensa che invece i due abbiano pagato il loro debito con la giustizia. Ma tutti sono unanimi nell’ammirare Francesco De Nardo per la grande dignità sempre mostrata. Stare in silenzio per così tanto tempo dopo avere subito qualcosa del genere non è cosa da tutti.