Rita Pavone, il miracolo del fratello quando era piccolo: lo davano per morto

Il fratello più piccolo di Rita Pavone, Cesare, scampò a una terribile malattia in circostanze davvero eccezionali: ecco il retroscena.

Rita Pavone ha perso di recente il suo fratello più piccolo, Cesare, al quale era legata da un profondissimo sentimento di stima e affetto. Durante un’ospitata nel salotto di Verissimo, la cantante ha raccontato un episodio davvero sorprendente avvenuto quando era solo un bambino.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

L’incredibile segreto di Rita Pavone

Da piccolo Cesare Pavone si ammalò di polio, e secondo i medici era spacciato. Invece, dopo la visita notturna del padre alla chiesa di S. Rita a Torino, il piccolo si svegliò, riuscì ad assumere l’antibiotico e la malattia regredì pian paino fino a scomparire, senza lasciare danni. Per Rita Pavone si è trattato di un vero e proprio miracolo della vita.

Leggi anche –> Rita Pavone, lo choc durante il funerale del padre: non è possibile

Cesare era il piccolo di casa Pavone. “Lui ha sofferto – ha raccontato Rita Pavone -, toccato leggermente da una forma di abbandono, perché la mamma veniva con me, essendo la maggiore età allora a 21 anni. Lui ne aveva 12 quando la mia carriera è scoppiata”. Poi la malattia. Il papà, operaio Fiat, andò di notte nel Santuario monumentale di Santa Rita, per pregare e offrire tutta la sua busta paga (e parliamo di una famiglia povera, ma dignitosa), chiedendo una grazia.

Il miracolo è effettivamente arrivato. “Non ha avuto mai nulla che mostrasse che aveva avuto la polio – ha ricordato Rita Pavone parlando sempre del fratello Cesare -: camminava benissimo, ragionava benissimo, era anche un po’ cinico come tipo, faceva delle battute… Io penso che sia veramente stato un miracolo. Papà era andato di notte a S. Rita a Torino, ancora le chiese erano aperte di notte. Aveva messo la sua busta paga dentro la cassetta, ma non entrava, e il prete lo ha visto. Vedeva un uomo che sembrava che forzasse la cassetta invece voleva mettere dentro la busta che non passava. Parlano insieme, e il prete dice che se era destino che la vita dovesse essere così doveva accettarlo. Lui si è sentito sollevato… E’ stato così, è stato un grande miracolo, un miracolo della vita”.

Leggi anche –> Rita Pavone choc: “Lasciare questa vita mi dispiace”