Coronavirus 8 febbraio: meno casi e decessi, ma preoccupa l’incidenza

Emergenza Coronavirus oggi 8 febbraio in Italia: meno casi e decessi, ma preoccupa l’incidenza, tutti i dati e la situazione aggiornata.

(IAKOVOS HATZISTAVROU/AFP via Getty Images)

Sono arrivati puntuali come ogni sera i dati dell’emergenza Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Ancora una volta come ogni fine settimana si assiste a una consistente riduzione del numero dei tamponi effettuati, ma anche a un aumento di ricoveri e di ricoveri in terapia intensiva.

Leggi anche –> Puglia, il vaccino è un caso

A tal proposito, il dato odierno parla di 21.670 (+297 nelle ultime 24 ore) ricoverati. Inoltre, aumentano i ricoveri in terapia intensiva, che sono oggi 2.143 (+36 rispetto al giorno precedente). Si assiste contestualmente a un nuovo calo degli attualmente positivi, a livello generale.

Leggi anche –> Galli: “Pericolo ancora molto alto”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus 8 febbraio in Italia: la situazione oggi

(IAKOVOS HATZISTAVROU/AFP via Getty Images)

Mentre anche oggi in Italia come in tutta Europa prosegue la campagna vaccinale, i nuovi contagi sono stati nelle ultime 24 ore 7.970 su 145mila tamponi antigenici e molecolari effettuati e per questo risale sopra il 5% l’incidenza dei tamponi positivi sul totale di quelli effettuati. Ci sono poi 307 decessi e oltre 15mila guariti. Così, cala ancora in maniera decisiva il numero degli attualmente positivi: ci sono oggi 419.604 malati di Coronavirus nel nostro Paese.

Sono buoni i dati se confrontati all’ultima settimana di tamponi effettuati: si hanno infatti 11.964 casi in media al giorno, ovvero il 2% in meno. Contestualmente, il numero medio dei decessi è di 391 con un calo dell’8% rispetto ai sette giorni precedenti. Abbiamo 2,5 milioni di vaccini effettuati nel nostro Paese e la notizia del giorno è che tutti gli operatori sanitari sarebbero stati vaccinati almeno con la prima dose. Solo 300mila sono quelli per cui è necessaria la seconda dose.