Stop ai vaccini per una nazione, il Presidente la dichiara “covid-free”

Una nazione ha fermato l’arrivo dei vaccini contro il Coronavirus, dichiarandosi sotanzialmente covid-free. Ma quanto c’è di vero?

Una conferenza stampa davvero fuori dal normale, quella di Dorothy Gwajima, la Ministra della Sanità della Tanzania, che ha parlato alla nazione e al mondo frullatore stile Benedetta Parodi. Gli strumenti del mestiere sono serviti a fare un intruglio a base di cipolle, limone e zenzero che, a suo dire, allontanerebbe il Covid dalla Tanzania che, non a caso ma forse con non poca incoscienza, si è dichiarata Covid-free. Quanto costerà ai tanzanesi il no ai vaccini?

Tanzania, no ai vaccini perché pericolosi

Il paese ha dichiarato di non voler adottare alcun vaccino contro il Covid, come ribadito dal Presidente John Magufuli, autoritario e da sempre negazionista. Magufuli e i suoi ministri hanno infatti ribadito la situazione della Tanzania, che a suo dire non ha più casi di Coronavirus. Peccato che il governo ha smesso di conteggiare i morti e i contagiati da maggio del 2020, quindi ad oggi non è ben chiara la situazione pandemica del paese.

Leggi anche–> Vaccino Lombardia, via alle prenotazioni: chi ne ha diritto e dove farlo

Magufuli ha sempre rifiutato i dispositivi di sicurezza come mascherine e tamponi, accusando di allarmismo i paesi vicini, che si erano attenuti alle misure di contenimento della pandemia. “Se l’uomo bianco fosse stato in grado di inventare i vaccini, avrebbe dovuto averne già trovati per l’Aids, il cancro e la tubercolosi.”, ha così liquidato il discorso. La mancanza di dati certi e la riluttanza del governo sono molto preoccupanti per la salute dei tanzaniani.

Leggi anche–> Negazionisti, due volontarie della Croce Rossa rifiutano il vaccino

Ad opporsi al governo è la Chiesa cattolica del paese, che ha denunciato un aumento dei casi e dei funerali urbani, segno che il virus c’è ed è pericoloso. “Eravamo abituati a celebrare uno o due funerali a settimana nelle parrocchie cittadine, ora ne officiamo tutti i giorni.” – ha dichiarato un portavoce. La ministra della salute ha respinto quello che ha definito “allarmismo” e ha preferito dedicarsi all’intruglio di zenzero per scacciare la pandemia.

vaccini