Coronavirus: morto un bambino di 7 anni nel Regno Unito

Dramma Coronavirus: morto un bambino di 7 anni nel Regno Unito, sono 728 i decessi nel Paese nelle ultime 24 ore.

(MOHD RASFAN/AFP via Getty Images)

Un bambino è nell’elenco delle 630 persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19 negli ospedali inglesi, con 53 morti in Scozia, 35 in Galles e dieci in Irlanda del Nord. Sono dunque 728 i decessi per Coronavirus nelle ultime 24 ore nel Paese. La cifra delle morti giornaliere è scesa di 330 rispetto allo stesso periodo della scorsa settimana.

Leggi anche –> Contagi oggi, l’allarme del Gimbe: “Casi in aumento in 9 regioni”

Inoltre, è scesa di 226 rispetto al totale di ieri. Ma purtroppo come abbiamo detto dobbiamo registrare il decesso di un bambino di appena sette anni. Si tratta della vittima più giovane non solo di oggi, ma degli ultimi tempi. La notizia del suo decesso viene riportata dal tabloid The Mirror.

Leggi anche –> Coronavirus 4 febbraio: superati i 90mila decessi

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Morto di Coronavirus anche un bambino ricoverato in ospedale

(MARTIN BERNETTI/AFP via Getty Images)

Tutti coloro che hanno perso la vita avevano un’età compresa tra i sette e i 102 anni. La stragrande maggioranza di loro, compreso il bambino morto e a parte trenta persone, avevano patologie pregresse. Ma nel frattempo, a quanto pare iniziano a vedersi gli effetti delle vaccinazioni nel Paese: i casi positivi al coronavirus diminuiscono del 29% in una sola settimana in Inghilterra.

L’aumento giornaliero di oggi è molto più contenuto dunque rispetto a giovedì scorso, quando i decessi ospedalieri totali sono aumentati di 1.058. Mentre 945 hanno perso la vita il giovedì precedente ancora. Il tasso di positività dei test giornalieri è del 4,9%, in calo rispetto al 5,1% delle 24 ore precedenti. Non sappiamo che patologia pregressa avesse il bambino deceduto, né da dove provenisse. Purtroppo, non è la prima volta che si constata il decesso di un minore dall’inizio della pandemia.