Moglie uccide marito, subito dopo tenta il suicidio: i motivi del dramma

Delitto in provincia di Rovigo, dove una moglie uccide marito per poi provare subito dopo a togliersi la vita. Cosa è successo.

moglie uccide marito suicidio
In provincia di Rovigo moglie uccide marito e tenta il suicidio Foto dal web

Una moglie uccide marito in provincia di Rovigo. La tragedia, avvenuta in ambito domestico, si è verificata nella piccola località di Polesella, in pieno Polesine. La donna subito dopo ha provato a togliersi la vita chiudendosi in garage e mettendo in moto l’auto. In tal modo avrebbe fatto invadere l’ambiente dai gas di scarico tossic

Leggi anche –> Pirata della strada investe bimbo di 9 anni, il piccolo trascinato per metri

Il corpo dell’uomo ucciso si trovava in casa, come i carabinieri hanno potuto constatare. Sul cadavere risultavano esserci diverse ferite inferte con un coltello. Tutto quanto è successo al culmine di una violenta lite. Le persone coinvolte sono una 57enne di Rovigo, Rosangela Del Santo, ed il 55enne Costantino Biscotto, proveniente da Varese e che lavorava come rappresentante. I due vivevano in una casa multipiano. A quello superiore si trovava Biscotto, ormai privo di vita.

Leggi anche –> Lutto a Uomini e Donne, gravissimo incidente stradale: morta Debora Prisco

Moglie uccide marito, dopo tenta il suicidio: la salvano i vicini di casa

L’intervento delle forze dell’ordine ha avuto luogo alle ore 20:30 della serata di martedì 26 gennaio 2021. Il loro arrivo è avvenuto grazie ad una segnalazione inoltrata da alcuni vicini di casa, insospettiti dal comportamento insolito della donna. Proprio loro, quando ben presto hanno capito cosa stesse accadendo, hanno poi tratto in salvo la 57enne.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Reazione violenta al Covid, bambina subisce amputazione delle gambe

Le sue condizioni non sono gravi anche se lei resta ricoverata anche per la presenza di alcune lesioni sul suo corpo. Dimostrazione evidente che con il defunto marito c’è stata una colluttazione.