Nato con l’1% di possibilità di sopravvivere, poi accade il miracolo

Aveva solo l’1% di possibilità di vivere quando è nato, il piccolo Jase-James era spacciato. Ma poi è successo qualcosa di incredibile…

Pesava “meno di una lattina di zuppa”, il piccolo Jase-James quando è nato a 23 settimane. Tanta paura per la mamma Leah Rogers che credeva che avrebbe avuto un aborto spontaneo al suo arrivo in ospedale. La ragazza ha invece dato alla luce suo figlio, che pesava pochissimo e aveva solo l’1% di possiiblità di sopravvivere un giorno. Ma Jaes-James ha sconfitto tutte le previsioni…

Il bambino nato che non avrebbe dovuto sopravvivere

Come riportato dal Manchester Evening, la giovanissima mamma del piccolo Jase-James, Leah era terrorizzata quando è arrivata al Blackpool Victoria Hospital, credendo che avrebbe abortito perché sanguinava. Ma i medici le hanno poi comunicato la terribile notizia: il suo bambino non avrebbe visto la luce del giorno dopo. Pesava come “un panetto di burro”, troppo poco perché il neonato avrebbe dovuto sopravvivere, secondo le previsioni dei medici.

Leggi anche–> Uccide il figlio neonato con le forbici: “Non posso mantenerlo”

Il neonato ha avuto due emorragie cerebrali ed è stato attaccato ad un macchinario salvavita nel reparto di terapia intensiva neonatale. Ma Jase-James ha dimostrato di essere un vero guerriero e contor ogni previsione, ha compiuto un anno! Dopo aver subìto due operazioni ai polmoni, Jase-James è sopravvissuto e dopo un anno, mamma e papà possono finalmente abbracciare il loro bambino.

Leggi anche–> Neonato con anticorpi, la nascita da giovane madre positiva: “Eccezionale”

Siamo molto orgogliosi di lui” ha raccontato Leah – “Sta crescendo bene, sorride e ride sempre. E’ un bimbo paffuto e felice.” I giovani genitori non pensavano che dopo un anno, avrebbero ancora potuto stringere il loro bimbo tra le braccia, data la tragica previsione dei pediatri e dei dottori. Una storia a lieto fine!