Dado Lombardi, addio ad uno dei migliori cestisti italiani di sempre FOTO

Si è spento Dado Lombardi, famoso giocatore di basket e poi anche allenatore. Era tra i migliori interpreti di questo sport nel nostro Paese.

Dado Lombardi morto basket
Addio al gigante del basket italiano Dado Lombardi Foto dal web

Il basket italiano è in lutto per la morte di Dado Lombardi. L’ex cestista delle due squadre di Bologna si è spento nella sua casa in provincia di Varese nelle scorse ore. Vero nome Gianfranco Lombardi, ‘Dado’ come tutti quanti lo chiamavano, era nato a Livorno nel 1941, in piena Seconda Guerra Mondiale.

Leggi anche –> Anna Safroncik, lutto tremendo per l’attrice: “Dolore immenso perderti”

L’arrivo a Bologna per giocare con la Virtus è datato 1958, mentre due anni dopo lui sarebbe stato l’assoluto protagonista alle Olimpiadi di Roma. Il suo nome finì anche all’interno del quintetto ideale tra tutti i giocatori di pallacanestro che presero parte a quella edizione dei Giochi Olimpici del 1960. E Dado incantò persino gli Stati Uniti, che il basket lo hanno inventato ed esportato nel mondo. Dopo 12 anni di militanza alla Virtus Bologna, nel 1970 si concretizzò il suo passaggio ai rivali cittadini della Fortitudo in cambio di 25 milioni di lire.

Leggi anche –> Lina Sastri, il dramma dell’attrice: grave lutto per il Covid

Dado Lombardi, Virtus e Fortitudo lo ricordano con commozione

 

Due anni dopo scende a Rieti e comincia una lunga carriera da allenatore che lo avrebbe poi portato in piazze come Reggio Emilia, la stessa Rieti, Siena, Trieste, Forlì, Rimini, Livorno, Varese e Verona.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Roma-Spezia, “lite Dzeko-collaboratore di Fonseca, sarà escluso”

Nel 2001 finisce anche il percorso come allenatore, con Dado Lanfranchi che si dà all’attività di opinionista sportivo. Cordoglio e messaggi in sua memoria stanno arrivando da più parti, anche da parte dei club in cui è stato. Virtus e Fortitudo in testa.