Finto ginecologo, in due anni ha abusato di decine di minorenni

Era già in manette un finto ginecologo, condannato per lo stupro di alcune ragazzine durante delle false visite. Ora spunta dell’altro a suo carico.

finto ginecologo minorenni
finto ginecologo minorenni stupri Foto dal web

Già condannato due anni fa per reati inerenti diverse violenze carnali, un finto ginecologo deve ora affrontare altre accuse che arrivano adesso. E che potrebbero appesantire in maniera ulteriore la pena alla quale è già sottoposto, di 8 anni di carcere. L’uomo, attualmente recluso dopo l’accusa a suo carico da parte della Procura di Milano già accolta in tribunale, viene ora tacciato di avere compiuto altri stupri.

Leggi anche –> Spaccio di droga, madre gestisce giro immane e sfrutta il figlio di 9 anni

Lui era in realtà un ingegnere, di nazionalità italiana, residente in una località della Brianza. Cinquanta anni, il professionista aveva escogitato un perverso piano per soddisfare i propri malsani pruriti, costruendosi una falsa fama da finto ginecologo. Ora la stessa Procura del capoluogo lombardo ha avanzato una richiesta per un nuovo processo, dopo che sono spuntate delle nuove accuse nei suoi confronti. Ci sono ben 18 capi di imputazione dalle quali il 50enne dovrà difendersi. Tra le sue vittime risultano esserci anche delle ragazze con età inferiore ai 18 anni. I fatti già accertati si sono svolti tra il mese di aprile del 2014 e quello di febbraio del 2019.

Leggi anche –> Monza: falso ginecologo su Instagram abusa di tre adolescenti

Finto ginecologo, tanti i casi che gli vengono contestati

Nella stessa finestra avrebbero avuto luogo gli altri stupri emersi adesso. Le accuse più gravi vedono l’uomo imputato per adescamento e produzione e detenzione di materiale pornografico con protagonista ben dieci minorenni. La prima condanna era arrivata a maggio 2020 con i casi già accertati di stupro ai danni rispettivamente di una 15enne e di una 17enne.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Padre violenta figlia, l’orrendo episodio a Reggio Emilia: lei ha 14 anni

I contatti avvenivano con dei profili creati appositamente sui social, nei quali lui convinceva le minorenni ad affidarsi ai suoi servizi medici per delle visite ginecologiche. Alle stesse l’uomo forniva anche dei consigli per non restare incinta durante i loro rapporti. L’inchiesta sui fatti è durata per due anni e sarebbero ora emerse altre undici situazioni che hanno coinvolto altrettante minorenni. Il fatto di avere creato delle false identità social ha portato anche all’emergere del reato di sostituzione di persona.