Blackout challenge, bimba di 10 anni vicina alla morte per gioco assurdo

Partecipa alla ‘blackout challenge’ ed ora lotta per non perdere la vita. Lei è una bambina che aveva accettato la sfida su TikTok.

blackout challenge bambina
Una bambina sfiora la morte a causa della blackout challenge su TikTok Foto dal web

Desta sconcerto quanto avvenuto a causa della ‘blackout challenge‘ a Palermo. Qui una bambina di soli 10 anni risulta ricoverata in ospedale nel reparto di rianimazione dopo una assurdità compiuta per uno dei tanti, assurdi giochi che galoppano sui social network. La blackout challenge consiste nel legarsi una cintura alla gola come sfida di resistenza all’asfissia.

Leggi anche –> Tik Tok, mamma prova il ‘Oh na, na, na Challenge’ e finisce in ospedale

Questa sciocchezza sta circolando su TikTok tra i giovanissimi ed in questo caso ha portato la bambina ad andare incontro ad un arresto cardiocircolatorio. Condizione molto grave indotta da una asfissia prolungata. Subito i genitori, ignari di quanto stesse facendo la loro figlia, l’hanno portata d’urgenza all’Ospedale Civico Di Cristina Benfratelli del capoluogo siciliano. Questa assurdità ha condotto la bimba ad un soffio dalla morte. Il ricovero risale alla giornata di mercoledì 20 gennaio 2021 e le condizioni della piccola sono ritenute estremamente critiche.

Leggi anche –> Investito da un treno, 11enne perde le gambe dopo assurdo gioco FOTO

Blackout challenge, sta indagando la polizia

Non si esclude anche il sorgere di danni permanenti, qualora la bambina dovesse riuscire a sopravvivere. Nel frattempo le forze dell’ordine hanno aperto una inchiesta sulla vicenda, sottoponendo a sequestro il telefono cellulare della bimba. La polizia sta ricostruendo la dinamica dell’accaduto anche su TikTok, alla ricerca di eventuali responsabilità. Le manovre di primo soccorso attuate sul suo cuore sono risultate decisive nel salvarle la vita, dopo un arresto cardiaco che si è protratto per diversi minuti.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Tragedia parkour: giovane trentino morto su un treno

Questo episodio, l’ennesimo che supera di molto i confini della logica e del buonsenso, deve fare riflettere su quanto sia importante verificare i movimenti dei propri figli minorenni sul web in certe situazioni. Ma pone anche ulteriori domande su come sia possibile che certe cose avvengano senza alcun controllo in un posto come la rete, che è accessibile anche ai più piccoli ormai.