Tragedia parkour: giovane trentino morto su un treno

Giovane trentino trovato morto sul vagone di un treno: tragedia nel parkour, chi è la vittima e in cosa consiste questo sport estremo.

(screenshot video)

Una grave tragedia si è consumata nelle scorse ore in Valsugana, dove è stato rinvenuto il cadavere di un giovane di 20 anni sul tetto del vagone di un treno. Il mezzo locomotore su cui è avvenuta la tragedia copriva la linea della Valsugana Trento-Primolano.

Leggi anche –> Tragedia a Frosinone, Daniele precipita per 15 metri e muore a 19 anni

Diversi sono gli aspetti della vicenda che non sono chiari e bisognerà chiarire le cause del decesso del giovane. Non è infatti chiaro ad esempio se sia morto per un trauma cranico rimediando cadendo oppure folgorato dalla rete elettrica che alimenta il locomotore.

Leggi anche –> Russia: acrobazie folli, sospesi in cima a una torre radio – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Parkour su un treno: dramma in Trentino

Stando a quelle che sono le notizie che emergono in queste ore, la tragedia avvenuta in Trentino sarebbe legata al mondo del parkour. Sembra infatti che il giovane stesse praticando lo sport estremo, quando per motivi appunto da chiarire avrebbe perso i sensi. Su questa assurda tragedia indagano in queste ore i militari dell’Arma dei carabinieri di Borgo e la Polfer di Castelfranco Veneto.

A rinvenire il cadavere del ragazzo sarebbe stato il capotreno all’arrivo del mezzo alla stazione di Primolano, provincia di Vicenza. La vittima di questa tragedia, stando a quanto si apprende, sarebbe un ragazzo di 20 anni di origine romena. Il ragazzo è residente a Pergine, in Valsugana. Il parkour è un’attività sportiva estrema che consiste nel saltare da altezze elevate senza alcuna protezione. Non è la prima volta che si creano polemiche legate a questa disciplina.