Viaggi alle Seychelles: ammessi i turisti di tutto il mondo se vaccinati

Via libera al turismo verso le Seychelles da parte dei visitatori di tutto il mondo. A patto che siano vaccinati. 

Ammessi solo turisti vaccinati alle Seychelles
Turismo Seychelles

Per chi ama viaggiare e, soprattutto, per chi in questo periodo storico può permetterselo, arriva una bella notizie. Le Seychelles hanno deciso di riaprire i confini a tutti i turisti. Ma ad una condizione: che siano vaccinati contro il Covid-19.
Una decisione particolare che, sicuramente, non mancherà di portare con sé anche delle lamentele, ma che sembra anche l’unica strada percorribile per arrivare ad una immunizzazione della nazione. Scopo che si è prefissa l’amministrazione locale.

Turismo sì, ma con il vaccino

Dopo un anno trascorso in una condizione di difficoltà estrema per via dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, il turismo cerca di ripartire. Come? Dai vaccini. Grazie all’inizio della distribuzione infatti si spera che in un periodo relativamente breve saranno molte le persone a ricevere il vaccino contro il Covid. Proprio i vaccinati avranno così la possibilità di tornare a viaggiare anche lontano da casa, in mete da sogno come le Seychelles.

La decisione delle Seychelles

La notizia è arrivata da poco per bocca del ministro Affari Esteri e Turismo, Sylvestre Radegonde durante una conferenza stampa. Come riporta TTG Viaggi, per poter raggiungere quindi questa location da sogno sarà fondamentale avere un certificato che attesti che la persona in questione ha ricevuto la dose completa del vaccino. Si dovrà così avere un certificato di vaccinazione e un tampone negativo da mostrare all’imbarco.

Le Seychelles hanno infatti uno scopo preciso: immunizzare la nazione e procedere con la vaccinazione di tre quarti della popolazione adulta entro marzo 2021. Così anche i turisti dovranno essere vaccinati e potranno avere la quasi certezza di una vacanza cosiddetta Covid Free.

Turismo alle Seychelles sì, ma con il vaccino
Seychelles

Si tratta della prima nazione di cui si abbiano notizie che ha preso questa decisione, ma non è escluso che a breve molte altre mete turistiche opteranno per questa via. Certo, le lamentele non tarderanno ad arrivare, ma si può leggere questa decisione anche come incentivo e aiuto nei confronti della campagna di vaccinazione mondiale. Insomma, con un vaccino effettuato sembra che si apriranno molte porte per i turisti che potranno così tornare a viaggiare in modo più libero e tranquillo.

(Fonte Immagini Pixabay)