Alessandro Sgambati, morto a 8 anni per una terribile malattia

Alessandro Sgambati si è spento in giovanissima età. La famiglia gli è stata vicino fino alla fine dandogli tutto l’amore del mondo. 

Il bambino si era ammalato solamente tre anni fa, ma la malattia è stata fin da subito molto aggressiva.

“Alessandro era un bambino sempre allegro, con una gran voglia di vivere“, ha raccontato la madre. Era un bambino allegro e solare che amava giocare ed era circondato dall’amore della famiglia.

Alessandro Sgambati: strappato alla vita a soli otto anni

I problemi erano iniziati nell’estate 2017 dopo che Alessandro aveva percepito dei dolori muscolari alle gambe. Subito si pensava ai problemi legati alla crescita, ma sfortunatamente l’ipotesi fu scartata quasi immediatamente. Sia la pediatria di Dolo che quella di Padova accantonarono la prima ipotesi.

Leggi anche -> Dramma sul campo di calcio: bambino di 9 anni morto a Rimini

Nonostante il dolore per la diagnosi, la famiglia e il piccolo non si sono mai arresi. “Gli piaceva saltare sulle reti dei giochi ed anche se la malattia lo aveva colpito soprattutto agli arti inferiori non mollava mai se non quando veramente era sfinito. Era il suo modo di aggrapparsi alla vita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Prima che le sue condizioni si aggravassero ulteriormente frequentava la terza elementare. Sfortunatamente, le sue condizioni fisiche e l’emergenza sanitaria gli avevano impedito di recarsi a scuola e così era costretto a partecipare via computer. La sua condizione da immuno depresso non gli ha reso la vita facile, ma il piccolo Alessandro è stato in grado di sperimentare e di fare tutto ciò che facevano gli altri bambini. “Sapevamo che il suo destino erano segnato ma abbiamo preferito che Alessandro vivesse appieno ogni momento della sua vita, con la sua allegria e il suo coraggio”. La famiglia è sempre stata molto presente per il piccolo tanto che nell’ultimo periodo ha potuto godere di tutte le attenzioni di nonna Nicoletta, della sorellina Eva di 2 anni e anche dei piccoli gemellini che vivono con il papà.

Leggi anche -> Gara di generosità verso un bambino di 5 anni: è una corsa contro il tempo

Le esequie si sono tenute il 14 dicembre nella chiesa parrocchiale di San Pietro a Oriago. La famiglia ha anche voluto ringraziare l’equipe dell’Oncoematologia pediatrica di Padova e in particolare la dottoressa Elisabetta Viscardi, l’hospice Casa del Bambino e tutta la Città della Speranza e la pediatra Gisella Vivarelli per l’attenzione e l’affetto mostrato ad Alessandro durante gli anni di cure.