Istruttore di crossfit si accascia dopo la lezione online e muore in casa

Dramma a Rovereto, dove un istruttore di crossfit ha accusato un malore ed è morto subito dopo aver tenuto una lezione online.

In questo mesi molto complicati una delle categorie di lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi economica è quella degli istruttori di palestre, piscine e sport in generale. Le chiusure di queste attività, infatti, sono iniziate a marzo sono state revocate a luglio (mese in cui di solito c’è minore affluenza di clientela e quindi meno lezioni da tenere), ma sono state ristabilite ad ottobre. Le chiusure permangono tutt’ora ed è probabile che tali attività siano le ultime ad essere riaperte.

Chi con questa professione cerca di sostentarsi, in questi mesi ha dovuto trovare un modo per guadagnare pur rimanendo a casa. I bonus, infatti, non sono sufficienti ad andare avanti, ma c’è anche da considerare che passare tutta la giornata senza avere un’attività da svolgere può essere estremamente alienante.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Istruttore di Crossfit muore dopo una lezione online

Proprio per ovviare alla noia e per cercare di guadagnare qualcosa, molti istruttori hanno cominciato sin dal primo lockdown a tenere delle lezioni online. Così aveva fatto anche Lorenzo Zanetti, atleta e istruttore di crossfit di Trento che lavorava per la palestra Mad Tortuga Crossfit. Per mantenere il contatto con i clienti, ieri Lorenzo aveva organizzato una lezione online per i frequentatori insieme ad una collega.

Leggi anche ->Voghera, infermiere “ruba” il vaccino per sua moglie

Entrambi si trovavano a casa dell’istruttore in via del Garda a Rovereto. Conclusa la lezione Lorenzo ha accusato un malore e si è accasciato a terra. La collega ha subito chiamato i soccorsi e nell’attesa gli ha praticato un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca. I suoi sforzi, però, si sono rivelati vani, all’arrivo dei paramedici per l’istruttore non c’era più nulla da fare e questi ne hanno dovuto dichiarare il decesso. Nessun dubbio sulle cause naturali del decesso, come confermato anche dal medico legale.

Leggi anche ->Morto il giornalista Giuseppe Turani: un malore improvviso, lutto gravissimo