Morto il giornalista Giuseppe Turani: un malore improvviso, lutto gravissimo

Giuseppe Turani era un noto giornalista. E’ scomparso improvvisamente a causa di un male. Tutti si stringono intorno ai familiari. 

Turani è stato il pioniere del giornalismo economico nel panorama italiano. A causa di un malore era stato ricoverato in ospedale, ma le sue condizioni di salute si sono aggravate.

Lo storico giornalista si è spento all’età di 79 anni. Ne danno il triste annuncio i familiari.

Giuseppe Turani: una pietra miliare del giornalismo economico

L’uomo si è spento nella notte tra il 6 e il 7 gennaio a causa dell’insorgere di una complicazione post operatorio. In quel momento si trovava all’ospedale di Stradella, provincia di Pavia.

Leggi anche -> Albert Roux, morto “il migliore” degli chef britannici: nessuno come lui

Classe 1941, era nato il 29 aprile a Voghera (Pavia) e si era laureato in economia alla Facoltà di economia e commercio dell’Università Bocconi a Milano. Ad oggi, dirigeva la rivista mensile “Uomini&Business“, ma per diversi anni ha collaborato con vari quotidiani come “La Repubblica”, “Il Corriere della sera”, “L’Espresso” e tanti altri.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ad affiancare la sua lunga esperienza come giornalista c’è anche un vasta opera di divulgazione che conta più di trenta libri. Tra questi troviamo “Montedison il grande saccheggio”, “Le ragioni di una svolta” e “Viva il capitalismo“.

Leggi anche -> Antonio di Bella aggredito da un sostenitore di Trump

Turani si era sentito male nella giornata di mercoledì ed era subito stato trasportato all’ospedale di Broni, ma sfortunatamente non ce l’ha fatta. “Scompare un uomo di valore che ha attraversato da protagonista la storia del giornalismo economico. Con le sue lucide analisi ha raccontato la crescita dell’Italia e i passaggi più delicati dell’economia, con la competenza che l’ha contraddistinto”.

Queste le parole di Maria Elena Boschi che continua dicendo: “Oggi perdiamo non solo una firma storica del giornalismo ma anche uno sguardo attento alle evoluzioni economiche e sociali, oltre che un testimone della vita del Paese”. Una perdita che addolora tutti, ma che vedrà svolgersi il funerale in forma strettamente privata.

Impostazioni privacy