Carla Fracci, perché è considerata una delle più grandi ballerine della storia

Carla Fracci è un’istituzione della danza italiana ed è considerata una delle più grandi ballerine della storia: scopriamo il perché.

Ci sono nomi che superano la prova del tempo, che s’incastonano nella storia della cultura e della società in cui viviamo. A renderli memorabili sono eventi storici, carriere e abilità che vanno al di là di ogni più rosea aspettativa o convinzione. Per la storia della musica sicuramente un gruppo come i Beatles ha segnato un’epoca, proponendo uno stile musicale innovativo e riuscendo al contempo a piacere a tutti. La conferma che il loro influsso è stato determinante, è il fatto  che negli anni successivi il loro lavoro è stato d’ispirazione per gli altri musicisti.

Ciò che è stato fatto dal gruppo inglese in campo musicale, lo si riscontra in altri campi con figure altrettanto di spicco e d’influenza. Nel campo dello sport ad esempio c’è stato Jordan, giocatore che ha cambiato per sempre non solo il gioco del basket, ma anche la percezione globale sullo stesso. Nel calcio ha fatto lo stesso il compianto Diego Maradona, talmente unico nel suo modo di vivere il campo e cambiare la partita da divenire esempio da seguire e icona per i tifosi di tutto il mondo. Carla Fracci appartiene a questa categoria di personaggi, una ballerina in grado di emergere dal gruppo per eleganza, tecnica, stile e interpretazione, capace di mettere d’accordo chiunque la vedesse ballare in un teatro, esempio da seguire per chiunque volesse diventare una ballerina.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carla Fracci, una carriera che l’ha elevata all’olimpo della danza

La spiegazione del perché vada considerata una delle più grandi ballerine di tutti i tempi non rende giustizia alle qualità di questa straordinaria artista. Solo chi ha avuto il piacere di vederla ballare e di provare le emozioni che le sue interpretazioni sul palco suscitavano può capire il motivo di tale etichetta. Ancor più che nello sport e come nella musica, a rendere immortale un’artista non è solo la perfezione tecnica, ma la capacità di trasportare chi osserva in una dimensione differente, permettergli di non essere esclusivamente un pigro spettatore, ma un partecipante della narrazione.

Leggi anche ->Carla Fracci, chi è il marito Beppe Menegatti: si sono sposati nel 1964

E’ chiaro che per entrare nella storia ci voglia anche un riconoscimento “accademico” e da questo punto di vista Carla non è seconda a nessuna ballerina. Nella sua strepitosa carriera ha ballato con ballerini di calibro di Nureyev, Vasiliev, Kronstam, Baryshnikov, Stefanescu, Godunov ed il nostro Roberto Bolle, alcuni dei più grandi interpreti di questa evocativa arte. Ha lavorato per la Royal Ballet, la London Festival Ballet, lo Stuttgart Ballet, lo Sweden Royal Ballet, l’American Ballet Theatre ed ovviamente è stata prima ballerina del corpo di ballo del Teatro Alla Scala di Milano.

Leggi anche ->Chi è Carla Fracci: età, carriera, vita privata della grandissima ballerina